Logo San Marino RTV

Il punto della situazione in Ucraina: primo decesso

La corrispondenza di Victoria Polishchuk

14 mar 2020
La corrispondenza di Victoria Polishchuk
La corrispondenza di Victoria Polishchuk

L'Ucraina ha dichiarato la quarantena per tutta la Nazione. Il ministero degli Affari Esteri ha comunicato che il 16 marzo i confini dell'Ucraina per gli stranieri saranno chiusi per 2 settimane. Dal 17 marzo, l'Ucraina bloccherà completamente i voli. E tutto perché si è registrato il primo decesso per Covid-19 in Ucraina. Una donna di 71 anni, tornata dalla Polonia. La sua famiglia è isolata. Tutte le città stanno ora adottando misure preventive per prevenire l'epidemia nel Paese. Scuole e università chiuse. Era la terza persona con positività al virus confermata nel nostro territorio. In totale, sono stati testati circa 500 campioni in Ucraina. Il Ministro degli Interni Arsen Avakov ha fatto sapere che ci sono 12 persone attualmente con diagnosi di Coronavirus nel territorio occupato del Donbass. I cittadini ucraini all'estero potranno tornare a casa via terra dopo il 17 marzo, ma dovranno sottoporsi ad esami ed ad un periodo di osservazione. Gli ucraini dall'Italia saranno evacuati da uno scalo speciale, ha detto il presidente Zelensky. La quarantena vieta raduni di massa, ma le proteste sono ancora in corso a Kiev e Leopoli oggi. L'opinione pubblica è contrariata dall'ultimo accordo del gruppo di contatto trilaterale a Minsk su uno speciale meccanismo nei negoziati sul Donbass, che prevede la comunicazione diretta delle parti in conflitto", in particolare Kiev, Donetsk e Lugansk. Mosca, che rifiuta di riconoscere se stessa come parte del conflitto, insiste su questo.

Victoria Polishchuk