Logo San Marino RTV

Accordo UE: per il Segretario Beccari "ci può essere la prospettiva di chiudere in tempi ragionevoli"

Telefonata con il nuovo caponegoziatore del Seae e della Commissione Ue, l'Italiano Stefano Sannino. Ai primi di luglio nuova tornata negoziale. Domani se ne parlerà in Commissione Esteri

di Luca Salvatori
21 giu 2020

E' necessario sicuramente un allineamento sulle informazioni – dichiara il Segretario agli Esteri Luca BeccariVerrà impostata una prima linea negoziale che poggerà su ciò che è stato fino ad oggi e terrà conto degli orientamenti della nuova maggioranza”. Dunque domani sarà un appuntamento importante in commissione esteri perché determinerà la linea di San Marino alla ripresa dei negoziati con Bruxelles che è prevista a breve: “Sarà nei primi giorni di luglio. Intanto – prosegue Beccari - ho già avuto un colloquio telefonico col nuovo caponegoziatore del Seae e della Commissione Europea Stefano Sannino. Abbiamo parlato degli aspetti di approccio più generali legati al negoziato. La prossima tornata, su nostra proposta, con ogni probabilità, tenderà a chiudere quegli allegati della parte bilaterale che avevano già avuto sostanzialmente un vaglio positivo ed erano considerati privi di criticità per San Marino” Un nuovo caponegoziatore italiano: un fattore che potrebbe giocare in qualche misura a favore di San Marino. Nella compagnie di Governo, soprattutto da parte del Psd, è stata più volte evocata, tuttavia, l'opzione di tentare l'adesione e diventare paese membro. L'associazione è dunque ancora la strada privilegiata? “Dobbiamo continuare ad essere ancora un po' il paese traino per questo accordo - conclude Beccari - Alcuni eventi hanno rallentato la trattativa ma credo che la prospettiva di chiudere in tempi ragionevoli ci possa essere”.