Logo San Marino RTV

Alleanza Popolare: l'ago della bilancia della situazione politica

6 giu 2008
San Marino
San Marino
Proprio giovedì, il coordinamento ha dato mandato ai propri vertici di verificare le condizioni per il prosieguo dell’attività dell’attuale maggioranza, altrimenti, in caso contrario, la strada indicata è quella di una eventuale rottura con successiva ricerca di una coalizione alternativa. Dalla quale Sinistra Unita si è gia chiamata fuori.
Non trovano conferma intanto le voci di dimissioni del capogruppo Fernando Bindi. E non mancano in queste ore gli incontri a tutto campo. “Non abbiamo mai nascosto di incontrare la DC – ribadisce il coordinatore Mario Venturini – così come ha fatto e fa il PSD”. Ma gli occhi sono ora puntati al prossimo Consiglio: “speriamo di portare a casa leggi fondamentali quali antiriciclaggio, vigilanza, giusto processo. Dopodiché spazio al dibattito sulla situazione politica”. Soddisfatto Venturini per l’allungamento dei lavori consiliari per consentire la discussione. E proprio sui lavori parlamentari si è incentrato il coordinamento dei Democratici di Centro che ha affrontato poi una disamina della situazione politica. Ribadita la linea già espressa, cioè la necessità di affrontare la tornata consiliare con uno spirito costruttivo e con l’intenzione di procedere all’approvazione di importanti progetti di legge. Qualora la maggioranza si ritrovi attorno alle priorità, i DdC manterranno il proprio sostegno alla coalizione. In caso contrario, dovessero emergere incertezze o difficoltà, legate magari alle tentazioni di chi vuole riproporre esperienze già vissute, e soprattutto impresentabili, l’unica scelta è quella di elezioni anticipate.