Logo San Marino RTV

Amministrative, in Emilia Romagna voto in calo del 10%

8 mag 2012
Amministrative, in Emilia Romagna voto in calo del 10%
Amministrative, in Emilia Romagna voto in calo del 10%
Il Movimento a Cinque Stelle al ballottaggio a Parma, oltre 10% anche a Genova e Verona. Male la Lega, solo Tosi si conferma primo cittadino a Verona. A Palermo risorge Orlando con il 47%, sarà derby nel centrosinistra con Ferrandelli. Debacle del PDL ovunque. Il primo dato definitivo, relativo alle elezioni amministrative in Emilia Romagna è senza dubbio l'astensionismo: nei 18 comuni chiamati alle urne ha votato il 64,69% degli aventi diritto, oltre il 10% in meno rispetto alle precedenti elezioni, quando si presentò alle urne il 75,48%. Il Movimento 5 Stelle è la vera rivelazione della tornata e l’Emilia Romagna, con Comacchio e anche altri comuni, si conferma enclave del movimento. Ma andiamo nel dettaglio. In tre comuni della provincia di Cesena-Forlì: A Castrocaro Terme e Terra del Sole è stato eletto sindaco Luigi Pieraccini della Lista Civica - Insieme in comune con il 61,86% dei voti. A Dovadola eletto sindaco Gabriele Zelli della lista civica L'Alternativa per Dovadola con il 56,68% delle preferenze. A Longiano il nuovo sindaco è Ermes Battistini che ha ottenuto il 51,76% dei voti. Si votava anche nel piccolo comune di Frontino, in provincia di Pesaro-Urbino, dove è stato eletto Andrea Spagna con l’82,35% delle preferenze.