Logo San Marino RTV

Approvato in Congresso il Piano Sanitario

8 feb 2006
Approvato in Congresso il Piano Sanitario
'La salute è un diritto dei cittadini e la tutela della salute è il fine del servizio sanitario e socio sanitario nazionale'. Con queste premesse si apre il corposo documento che costituisce il Piano Sanitario e Socio Sanitario, la guida di programmazione sanitaria, cioè, per i prossimi tre anni, approvata da Governo e che approderà in parlamento nella prossima sessione parlamentare. Il piano, elaborato dall’Authority sanitaria, traccia le linee sulle quali muovere tutte le politiche che riguardano la gestione della salute: gli screening da privilegiare, gli strumenti per ridurre le liste d’attesa, gli obiettivi da perseguire per gli anziani, la spesa farmaceutica, le garanzie per il cittadino e altro ancora. “Sono soddisfatto – dichiara il Segretario alla Sanità, Massino Rossini – è l’ultimo atto che compete alla mia segreteria, il primo passo per portare in rete la struttura sanitaria sammarinese”. Gli estensori del documento lamentano una carenza di dati e sollecitano l’elaborazione di questi, come strumento indispensabile per fotografare la sanità, ma anche per capire le dinamiche e la portata degli interventi. E a proposito di sanità, due importanti congressi medici saranno ospitati sul Titano: il primo il 23 e 24 marzo, che vedrà protagonisti 500 anestesisti, il secondo, a fine settembre, quando in Repubblica si daranno convegno gli psicologi dirigenti delle Aziende sanitarie locali italiane.
Il Congresso di Stato ha poi depositato la legge sulla disciplina fiscale dei fondi comuni delle società di gestione del risparmio, che verrà avviata all’iter consiliare. 'Questo – ha spiegato il Segretario Mularoni – consentirà di dare attuazione completa ai fondi comuni di diritto sammarinese e alla Banca Centrale di procedere con la normativa secondaria, anche dopo che il Consiglio Grande e Generale sarà sciolto. Altra delibera adottata, quella che prevde il coordinamento per l’ordine pubblico, del quale faranno parte i comandanti dei tre corpi e i responsabili delle Segreterie agli Interni e agli Esteri. Un organismo che dovrà coordinare al meglio tutti gli interventi necessari a garantire una maggiore sicurezza nel paese. Per concludere l’esecutivo ha dato mandato al Segretario agli Esteri di avviare i negoziati per arrivare alla definizione di accordi in materia di trasporti con diversi paesi. Intese che dovranno ricalcare quella siglata recentemente con la Slovenia e rispondere alle esigenze manifestate dagli operatori sammarinesi del settore.