Logo San Marino RTV

BCSM: il governo rileva tentativi esterni di influenza

18 apr 2019
SRV_GOVERNO_RENZI_SU_BCSM
SRV_GOVERNO_RENZI_SU_BCSM

ll Governo ribadisce “massimo rispetto per l’autonomia della Magistratura e della Banca Centrale”, invita tutti alla massima parsimonia e all'equilibrio nelle dichiarazioni pubbliche e “rileva il tentativo, esterno alla Repubblica, di influenzare l’opinione su un'inchiesta giudiziaria la cui eco mediatica è un fattore di grave preoccupazione”. Dopo aver ricordato l'impegno profuso per la trasparenza, l'Esecutivo puntualizza di essere “focalizzato su una serie di dossier economici che dovrebbero trovare soluzioni definitive nei prossimi mesi”. La priorità è il negoziato con l’Unione europea mentre, a livello bilaterale, “sta intensificando le relazioni con alcuni Stati, tenendo in forte considerazione il legame strategico con l'Italia”. Le speculazioni legate a dinamiche interne o a tentativi esterni alla Repubblica di influenzare gli equilibri politici, conclude la nota, è un dejà vu che non distoglie l’attenzione del Governo nel costruire una fase di rilancio per il Paese, al centro del quale vi è il dossier finanziario.

Intanto, rispetto agli articoli di stampa relativi al rapporto di consulenza di Sandro Gozi con BCSM e che, per la Segreteria agli esteri “hanno erroneamente incluso anche altri soggetti, quali l’Ambasciatore Vanessa Frazier”, in una nota si precisa che non è stato chiesto dal Segretario di Stato Renzi un aiuto per individuare un negoziatore ma, nell’ambito delle attività di collaborazione l’Ambasciatore Frazier ha indicato al suo omologo Ambasciatore Alessandra Albertini lo stesso Gozi e altri nominativi, quali possibili figure utili al percorso sammarinese di maggiore integrazione europea. Sempre in stretto raccordo con l’Ambasciatore sammarinese a Malta, conclude la nota, è stato favorito un incontro a San Marino tra il Segretario di Stato per gli Affari Esteri e Sandro Gozi, il 16 marzo 2018, nel cui ambito si è svolto un proficuo scambio di opinioni, con la volontà di riferire circa eventuali collaborazioni”.

Attacca il partito socialista: Nicola Renzi è credibile? L’affannosa autodifesa ascoltata in Aula, scrive il ps, è stata smentita immediatamente dai soggetti tirati in ballo. La presa di posizione pubblica – da parte dell’Ambasciatore Maltese - fornisce importanti dettagli che non concorrono a confermare la posizione del Segretario agli Esteri. Il Psd torna sul Memorandum annunciato a seguito della visita del Ministro degli Esteri russo per dire che un mese dopo non è dato sapere la natura dell’Accordo mentre è del tutto pubblico il dibattito sugli effetti per San Marino del rapporto con la Russia con illazioni rispetto al possibile salvataggio finanziario. C'è solo un modo, scrive il Psd, per evitare speculazioni: svelare la verità. Consigliamo a Renzi, conclude la nota, di non trovare scuse smentite in pochi minuti come capitato sulla vicenda della consulenza di Banca Centrale.