Logo San Marino RTV

Carisp: Opposizioni contro il rinvio del bilancio. Venturini (RF): Necessario approfondire per discordanza nei dati

27 mag 2017
CarispCarisp: Opposizioni contro permanenza di Romito e rinvio del bilancio
Carisp: Opposizioni contro permanenza di Romito e rinvio del bilancio - <strong>Simone Celli</strong> è stato chiaro: deve essere il nuovo cda a portare all'approvazione de...
Simone Celli è stato chiaro: deve essere il nuovo cda a portare all'approvazione del bilancio di Carisp, percorso che dovrà chiarire la situazione economico patrimoniale della banca. Ci sarebbero infatti perplessità sui conti, messe nero su bianco dal cda in una lettera. Da qui la decisione di approfondire. Fronte nomine, mentre per il dimissionario Lazzari la Fondazione ha indicato come sostituto Marcello Forcellini, per il presidente Romito si temporeggia: prima – appunto – dovrà essere licenziato il bilancio. La minoranza non gradisce.
Iro Belluzzi si dice perplesso “dalla lentezza e i continui passi indietro della maggioranza anche quando si espone come nello scorso Consiglio”. Per Belluzzi è giunto il momento di mettersi intorno ad un tavolo e condividere passaggi prima che sia troppo tardi. “Rimandare il bilancio – spiega - non è un messaggio positivo che tranquillizza la cittadinanza”. Preoccupante per Roberto Ciavatta che non venga depositato nei tempi stabiliti. Altrettanto preoccupante che Romito, che per tutti doveva andare via il giorno dopo, rimanga al suo posto fino ad autunno. La maggioranza può trovare tutte le legittimazioni che vuole ma questi 4 mesi – attacca - servono a lui e a Bcsm per ritoccare il bilancio come lo intendono loro. Ciavatta teme però che Cassa non li abbia 4 mesi. “Ci risulta che come con Asset ci sia un prosciugamento della liquidità. Banca Centrale sta trasformando i problemi patrimoniali delle banche in problemi di liquidità. Per statuto dovrebbe tutelare il sistema quindi non sta ottemperando ai suoi doveri”. Stessa linea per il Ps. Grave per Alessandro Mancini aver rinviato. “Così – dice – si allungano i tempi.” Soprattutto critica l'assenza dell'opposizione nel cda. “Di certo – continua - tutte le decisioni verranno prese senza il nostro coinvolgimento”. “Le opposizioni non devono essere escluse su scelte cruciali” rincara la dose Alessandro Cardelli tanto più che l'Eccellentissima Camera – ricorda il capogruppo Dc - rappresenta tutte le forze politiche”. Un membro della minoranza nel cda? “Richiesta legittima e sensata”, afferma Mario Venturini. La maggioranza sta valutando, entro lunedì arriverà la risposta. “Il confronto è aperto ed è dettato – sottolinea Giuseppe Morganti – dall'esplicita volontà di rendere ogni scelta il più condivisa possibile”. Riguardo a Romito, il capogruppo di SSD spiega che era necessario garantire solidità all'organismo. “Intorno alla vicenda Cassa – aggiunge Mario Venturini - si stanno facendo un sacco di chiacchiere, attribuendo a maggioranza cattive intenzioni o complotti di vario tipo. Il problema – chiarisce il presidente di Repubblica Futura - è che essendo stati segnalati dati discordanti nella bozza di bilancio presentata dal vecchio cda rispetto a quelli in possesso di Banca Centrale, è stato richiesto dal governo un'attenta verifica. Data la delicatezza di questa fase, è stato deciso che Romito rimanga fino alla chiusura del bilancio. Poi verrà sostituito. Cruciale per Luca Boschi la questione tempo. “Ogni settimana che passa – dice – il paese perde risorse economiche”. Invita a mettere da parte polemiche e formalismi. Il confronto – aggiunge – deve essere concreto. Il coordinatore di Civico 10 è fiducioso: “il sistema bancario ha problemi importanti che siamo sicuri di poter risolvere”. “Non siamo più nella fase dei progetti ma della realizzazione” - anticipa Morganti. La prossima settimana verranno messe sul tavolo le prime soluzioni concrete da sottoporre al vaglio delle forze politiche e sociali. “Si sta predisponendo – dice - un grosso consolidamento”.

MF