Logo San Marino RTV

Ciavatta: "sono caduto in un tranello"

12 giu 2019
Roberto Ciavatta
Roberto Ciavatta

Dopo una settimana di polemiche riprende la parola Roberto Ciavatta, per sottolineare la "sproporzione tra azione e reazione".  Per condannare un comportamento inopportuno, per il quale sono giunte immediate scuse, che ha ferito nella dignità un consigliere di AP, una pletora di consiglieri - scrive Ciavatta - ha reiterato comportamenti inopportuni nel tentativo di ferire un consigliere di RETE.  Questa sproporzione, aggiunge, evidenzia il bisogno di questo governo di trovare un nemico per rinsaldarsi. Quale nemico migliore del sottoscritto, aggiunge, reo di contribuire a dar voce ad un’intera parte del paese esausta dell’autoritarismo cieco di adesso.sm.  L’obiettivo del tranello che mi è stato teso (e in cui sono caduto come un fesso, scrive Ciavatta) era abbattere l’oppositore più in vista e sviare l’attenzione dalle urgenze.  

Banca Cis, elenca, verrà messa in liquidazione coatta amministrativa se entro il 18 giugno non sarà approvata la legge salvabanche che comporterà spese ingenti per lo Stato. Per questo, sottolinea, abbiamo richiesto di anticipare la Commissione d’inchiesta su CIS per garantire che chi deve pagare, paghi. Temiamo , aggiunge, che senza la commissione d'inchiesta, appena approvata la Legge, partano attacchi contro la dirigenza di BCSM per sostituirla con dirigenti più “permissivi” che, come successo con l’arabo Turki, concedano il nulla osta all’acquisizione senza i doverosi controlli. Era doveroso, conclude Ciavatta, scusarsi per avere sbraitato in presenza della Reggenza. Ma è irrispettoso anche non rispondere ad una convocazione della Reggenza o non considerare che, nel momento in cui la Reggenza accetta le scuse e considera terminata la questione, alcune parti continuino questa guerra allo sfascio.