Logo San Marino RTV

Commissione Finanze: si riparte nel pomeriggio dopo una seduta interamente dedicata al caso Savorelli

27 mar 2018
Commissione finanze
Commissione finanze
“Non una relazione, ma un appunto privo di motivazioni e ricco invece di sfoghi e risentimenti, privo di firme e di intestazione”: così il Segretario di Stato per le Finanze Simone Celli descrive alla Commissione consiliare Finanze, a Palazzo Pubblico, la discussa 'presunta relazione' su Cassa di Risparmio citata dall'ex direttore di Bcsm, Lorenzo Savorelli, sulla stampa italiana, relazione richiesta dalle opposizioni anche nell'ultima sessione consiliare.
Il Segretario Celli quindi apre i lavori della Commissione compiendo un riferimento sull'attualità, per chiarire la natura del “documento” citato dall'ex Dg di Banca centrale. Racconta dell'intervento dello scorso 30 agosto nel Comitato per il Credito e risparmio di Savorelli, data del suo stesso licenziamento. L'ex Dg “ha cercato di accreditare l'idea che gli 'attacchi mediatici' (ovvero le fotografie che lo ritraevano in atteggiamenti poco consoni al ruolo) – spiega ai commissari Celli- erano strumentali alle pretese iniziative – per verità del tutto assenti o, quanto meno”, in riferimento a criticità a Cassa di Risparmio. Nel pomeriggio dello stesso giorno , “l'avv. Sommella mi ha inviato una mail cui era allegato un appunto- prosegue il Segretario- scritto su carta bianca, privo di firma e data, con cui analogamente a quanto affermato il giorno stesso da Savorelli, si sosteneva la “strumentalizzazione degli attacchi mediatici e intimidatori” nei confronti “di Bcsm e dei suoi vertici” , per contrastare 'l'alacre attività'”. Un appunto che lo stesso Celli definisce “irricevibile”.
Il chiarimento del responsabile delle Finanze non è bastato però ai commissari di minoranza che hanno annunciato, per voce di Teodoro Lonfernini e Francesco Mussoni, Pdcs, la presentazione di una richiesta formale al presidente della Commissione Finanze e al Segretario Celli affinché siano consegnati a tutti i membri dell'organismo parlamentare “i documenti emessi da parte dell'ex direttore Bcsm Savorelli, a partire dalla presunta relazione presentata al termine del suo mandato e con ancora più importanza e necessità, siano consegnati tutti gli atti che hanno generato le azioni su Asset Banca e Cassa di Risparmio, comprensivi degli atti disposti dalla Vigilanza nella persone dai Sommella, Siotto e Granata”. L'acquisizione dei documenti deve avvenire attraverso una commissione per le Finanze in seduta segreta con la presenza dei membri del Comitato per il Credito e risparmio”. La richiesta è sottoscritta poi da tutti i commissari di opposizione.
Concluso il comma comunicazioni, i lavori proseguono Comma n.2, con la presentazione del Progetto di Legge di iniziativa popolare "Legge su crediti monofase e crediti d'imposta alle banche" da parte di
Karen Pruccoli, la proponente. Dopo un breve dibattito che vede i commissari d'accordo sull'utilità del provvedimento, con qualche dubbio espresso invece sugli emendamenti avanzati dal governo, inizia l'esame dell'articolato che vede l'approvazione all'unanimità di un emendamento concordato all'articolo 1.”Responsabilità civile su monofase”. I lavori riprenderanno proprio dall'articolo 2.