Logo San Marino RTV

Congresso annulla le delibere PA congelate

9 ott 2006
Uffici pubblici
Uffici pubblici
Tutto azzerato, si riparte da capo. Il Congresso di Stato ha deciso di annullare le famose delibere congelate, quelle relative alla revisione degli organici negli uffici pubblici e di fissare i criteri rigorosi e le procedure alle quali attenersi in relazioni ai cosiddetti posti vacanti. Trasferire le competenze agli organi amministrativi, Capo del Personale, Coordinatori, Dirigenti della PA e Consigli di Amministrazione per le Aziende, che dovranno utilizzare rigorosamente il sistema della supplenza interna o dell’interpello, secondo però nuovi criteri. I distacchi saranno consentiti solo se a pari livello. "Non più – spiega il segretario di Stato per gli Affari Interni, Valeria Ciavatta – per garantire scorciatoie nell’avanzamento di carriera, come è accaduto in passato". E’ un’analisi pesante quella del responsabile degli Interni, che punta il dito contro le delibere contestate: "contenevano soluzioni in alcuni casi giuste, in altri invece ingiuste, trascuravano poi – aggiunge – di considerare situazioni degne di grande attenzione". Tutto da rifare, quindi, secondo i principi indicati, nell’ottica del contenimento del numero di dipendenti dello Stato e di risparmio delle risorse economiche.