Logo San Marino RTV

Congresso fissa le scadenze per il prossimo Consiglio

13 feb 2006
E’ l’ultimo consiglio di legislatura protagonista dei lavori dell’esecutivo. Fissate indicativamente le date da sottoporre all’ufficio di presidenza: dal 20 al 23 febbraio. Tra gli argomenti, le 12 istanze d’arengo rimaste in sospeso, la relazione del congresso sull’attività dell’Authority, il riferimento sui fondi previsti per il turismo e commercio, la relazione sul piano sanitario e sociosanitario, e relativo dibattito. All’ordine del giorno la Reggenza chiederà di inserire tutti i progetti di legge in prima lettura per esaurire gli argomenti giacenti. In seconda lettura rimarranno esclusi i progetti di legge che non hanno concluso l’iter in commissione consiliare, mentre approderanno quelli passati in sede referente: le modifiche al codice penale sull’uso indebito delle carte di credito e dei bancomat, il progetto di legge sulle società, quello sul diritto d’autore, gli accordi per immissione in ruolo del personale di seconda fascia e del precariato interno, la modifica all’articolo 240 del codice penale relativo ai blocchi stradali, la proroga di tre anni dei benefici previsti dalla legge per il contenimento del costo del lavoro, per la quale si chiederà la procedura d’urgenza. All’esame dell’aula consiliare tutte le mozioni e i decreti in giacenza. A proposito di questi ultimi, il congresso ha emesso quello relativo al pieno impiego della manodopera, cioè per l’inserimento degli invalidi nei cantieri integrativi; ha adottato il decreto attuativo della legge sullo sviluppo tecnologico e le disposizioni applicative al decreto sui beni strumentali. Tra gli argomenti sul tavolo del governo anche la legge sul mercato del lavoro che prevede la revisione dell’ufficio del lavoro. Per ricoprire le nuove figure professionali è stato adottato il sistema dell’interpello prima tra i dipendenti dell’ufficio del lavoro e poi nel pubblico allargato. Metodo criticato dalla Csdl che chiede di precisare i requisiti richiesti per alcune figure previste dalla legge – per esempio l’orientatore - mentre la Confederazione Democratica ha dato parere favorevole alla sottoscrizione dell’accordo in materia.