Logo San Marino RTV

Consiglio: approvato odg contro odio sui social e per maggiore sicurezza sul territorio

11 mag 2018
Palazzo PubblicoConsiglio: approvato odg contro odio sui social e per maggiore sicurezza sul territorio
Consiglio: approvato odg contro odio sui social e per maggiore sicurezza sul territorio - Si chiude il Consiglio ma non le polemiche dopo quattro giorni e tre notti di fuoco
Si chiude il Consiglio ma non le polemiche dopo quattro giorni e tre notti di fuoco, con l'opposizione che dà battaglia su Banca Centrale e FMI, forte dell'ordinanza sull'affaire Titoli, e una maggioranza indignata, che rispedisce al mittente sospetti di collusione e chiede di tirare dritto su nomine e percorsi.

Ieri, poi, Adesso.sm non manca di rilevare le tante assenze nei banchi dell'opposizione, nonostante l'importanza del tema Fondo Monetario. Il clima torna sereno in serata. Passa con 28 voti a favore e 10 contrari la Legge che autorizza la realizzazione e l’esercizio delle strutture veterinarie pubbliche e private e delle attività connesse.

Approvati, infine, due ordini del giorno. Il primo, votato all'unanimità, riguarda l'ambiente ed è presentato dai Consiglieri Luca Santolini, Oscar Mina e Margherita Amici. Impegna il Congresso di Stato ad adottare, tramite un Piano d’azione pluriennale e settoriale, strategie per l’attuazione dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.

Il secondo vuole arginare l'ondata di odio innescata dall'aggressione ad una residente e la conseguente “caccia all'uomo” con relative frasi razziste sui social. L'argomento ha acceso il dibattito in comma comunicazioni. Se c'è massima solidarietà alla vittima e condanna unanime ad ogni forma di violenza e intolleranza, dall'altra c'è chi dall'opposizione accusa poca chiarezza sulle politiche di accoglienza. L'ordine del Giorno a firma di Adesso.sm passa con i voti della maggioranza. Denuncia gli inaccettabili messaggi a sfondo razzista da parte – si legge – di facinorosi sul web e su alcuni mezzi di informazione che incitano all'odio e alla violenza in violazione della legge in materia di discriminazioni.

Valuta positivamente il valore della Marcia contro l'odio e impegna il Governo a identificare strumenti per contrastare l'incitamento all'odio e razzismo che appaiono sempre più spesso sui social, ad incrementare sistemi di monitoraggio della sicurezza sul territorio, a promuovere e sostenere iniziative contro forme di violenza, razzismo e xenofobia, e a mettere in campo progetti per salvaguardare la serenità fra la popolazione e favorire la parità dei diritti civili.

MF