Logo San Marino RTV

Consiglio Centrale DC approva la relazione del segretario

10 feb 2006
Consiglio Centrale DC approva la relazione del segretario
La relazione del Segretario Politico, Pier Marino Menicucci, è stata approvata dal parlamentino democristiano, che accoglie senza riserve la line politica espressa. Un intervento nel quale il leader democristiano ha compiuto un’analisi degli ultimi tre anni, sottolineata l’esperienza del Governo Straordinario, 'una scelta – ha detto – che ha consentito al paese di avere le risposte attese, alla politica di riconquistare la credibilità perduta nei confronti dell’opinione pubblica, all’impresa di riacquistare fiducia nel sistema'. Ripercorsi da Menicucci anche i momenti salienti dell’azione dell’esecutivo, come le riforme del mercato del lavoro, delle pensioni, delle istituzioni, la legge finanziaria e altri passaggi legislativi. 'In questi anni – ha detto – abbiamo dovuto spesso mediare, in uno spirito di responsabilità tipico del nostro partito, anteponendo a tutto gli interessi del paese. Adesso però – ha aggiunto – l’esperienza è conclusa, è arrivato il momento di guardare con un’ottica diversa al futuro politico'. Poi l’analisi dei rapporti con le altre forze politiche, buoni quelli con Alleanza nazionale e i Sammarinesi per la Libertà, del Nuovo Partito Socialista ha preso atto che si inserisce in una tradizione culturale del socialismo storico. Difficile invece la relazione con Alleanza Popolare di cui Menicucci evidenzia uno spostamento a sinistra, 'sulla stessa linea – dichiara – di Sinistra Unita. Riguardo a questa nuova forza – aggiunge – ribadiamo il pieno rispetto ma anche la distanza ideale.' Sull’alleato di governo il segretario DC ha confermato le cose già evidenziate nell’ultima direzione, una difficoltà di mediazione con quella che chiama “la componente massimalista”. Dal podio del consiglio centrale Menicucci rivolge anche un appello alla società civile, associazioni culturali, sportive, del volontariato, che si riconoscano negli ideali democristiani, affinché portino il loro contributo alla politica e avanzino proprie candidature alle liste della DC per le prossime consultazioni elettorali. Infine, un richiamo all’unità del suo partito, definita il bene più prezioso. Poi il compiacimento per la nomina del Presidente Pierferdinando Casini alla presidenza dell’internazionale di Centro, e quella di Giuseppe Arzilli come Vice Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa.