Logo San Marino RTV

Consiglio del Bilancio: non ci sarà la presa d'atto dei giudici

Perplessità di RF messe nero su bianco. Decisione della Reggenza condivisa da opposizione e Libera che precisa, "Nessun passo indietro. Piena fiducia nella Suprema Magistratura"

di Monica Fabbri
7 nov 2019

Nonostante il tema fosse tra quelli più caldi, in Ufficio di Presidenza il clima è tranquillo. La riunione, voluta dalla Reggenza per un ulteriore confronto, si concentra su due questioni: bilancio e giudici d'appello. Dopo giorni di lettere, incontri serrati e prese di posizioni pubbliche, i Capi di Stato sciolgono le riserve: la presa d'atto non ci sarà. Decisione condivisa da tutti tranne che da Repubblica Futura, unica forza ad esprimere perplessità, ribadendo con fermezza la necessità - dichiarata a più riprese nelle settimane scorse – di provvedere celermente. “Lo riteniamo un errore ed una violazione del regolamento in quanto tale”– commenta Roberto Giorgetti, che di fronte all'ipotesi, sfumata per l'ordinaria amministrazione, di una convocazione del Consiglio Giudiziario Plenario per dirimere la questione, taglia corto e spiega: “Il Consiglio Plenario non ha la competenza per risolvere contenziosi sul concorso”. Rf dunque prende atto della decisione dei Capi di Stato ma formalizza dubbi e perplessità in un documento. E se pensava di trovare una sponda negli ex alleati di Governo si è dovuta ricredere. “Nessuna marcia indietro”, precisano però da Libera. “Abbiamo rispettato – dicono – la posizione delle Loro Eccellenze che hanno parlato di tutela e salvaguardia dell'integrità degli organi dello Stato. Alla luce di questa presa di posizione – continuano - diamo piena fiducia alla Suprema Magistratura che ha fatto tutti gli approfondimenti del caso”. Tutto liscio, invece, per il Bilancio.
Questa mattina si apre la Seduta Straordinaria del Consiglio con la votazione della procedura d'urgenza. I lavori si interromperanno alle 15 per poi riprendere alle 21 e proseguire – se necessario – fino a mezzogiorno di sabato. L'Aula si riunirà anche da lunedì a giovedì della prossima settimana.


File allegati