Logo San Marino RTV

Consiglio: "Legge contro frode sportiva prima del prossimo campionato”

21 giu 2018
Consiglio: "Legge contro frode sportiva prima del prossimo campionato”
In Aula torna il sereno. Passa la richiesta dell'opposizione di procedura d'urgenza per la modifica alla legge che istituisce l'Ufficio di Presidenza presentata dai consiglieri Riccardi, Belluzzi e Pedini Amati. Passa con 34 voti e un astenuto. Si interviene sui gruppi consiliari, tenendo conto dei risultati del primo turno e non del ballottaggio.

La maggioranza chiede all'opposizione di onorare gli impegni: il regolamento verrà portato in Aula a luglio. “Dovrà garantire la giusta rappresentatività”, dice Iro Belluzzi; Pasquale Valentini chiede massima condivisione perché “il regolamento – rimarca Matteo Zeppa - è la nostra eredità a chi verrà dopo”. “Non è una battaglia politica fra maggioranza ed opposizione – precisa Roberto Giorgetti - ma un percorso per facilitare i lavori nell'interesse dei cittadini”.

Alessandro Cardelli riporta invece l'attenzione sui correttivi alla legge elettorale. “E' una buona legge – gli risponde Morganti - perché dà la possibilità al governo di governare e ai cittadini di scegliere i programmi”.

Scivola via velocemente anche il trattamento dei dati personali, “norma necessaria - spiega Guerrino Zanotti - per l'integrazione nel mercato unico europeo”. San Marino ha una legge “inadeguata”, vecchia di vent'anni. L'Unione Europea ha adottato un regolamento specifico, applicabile dal 25 maggio di quest'anno. Davide Forcellini tira le orecchie al governo per il ritardo e chiede di non subire a norma ma di adattarla al contesto nazionale. “Siamo in ritardo”, ammette Zanotti - ma solo di qualche mese. Ricorda che il regolamento è del 2016 e sulla stesura – aggiunge - c'è stato il giudizio positivo degli organismi internazionali.
Va tutto liscio anche per il progetto di legge – sempre in prima lettura - che istituisce Commissione Permanente, nucleo Operativo e Unità di crisi antiterrorismo.

I riflettori si accendono poi sulla frode sportiva e abusivo esercizio di gioco o di scommessa. Il Governo introduce il rilievo penale – spiega Podeschi - che si aggiunge all'illecito sportivo, già previsto dalla disciplina nazionale sullo sport e applicato dalle singole federazioni. C'è anche l'obbligo di denuncia per i presidenti delle federazioni sportive nazionali o delle discipline associate affiliate al Cons. Arriva il plauso bipartisan al Segretario, per essere intervenuto velocemente dopo lo scandalo calcio scommesse. Podeschi vuole spingere sull'acceleratore: “per arrivare all'approvazione – dice - prima del prossimo campionato”.
Viene poi approvato il Piano Energetico PEN 2018-2021. “Il tema della sostenibilità – ricorda - è caposaldo dell'Unesco e quello dell'energia “argomento strategico in ambito di negoziato con l'Unione Europea”.

Si votano gli ordini del giorno, a partire da quello – a firma delle opposizioni - sulla cessione dei crediti delta per il blocco integrale della vendita tanto più che – avvertono – “i crediti sanitari non solo sono solvibili ma da stralci della relazione della Ria Grant Thornton emergerebbero valutazioni più alte. Ci sarebbe anche uno stallo nell'asta a Bologna".
Per la maggioranza i problemi di Cassa partono da molto lontano e il bilancio racconta di una perdita vera, che dipende da svalutazioni – dice Boschi – “arrivate in un colpo solo”. L'odg viene bocciato. Se per tutta la giornata si è respirato un clima tranquillo, quando si ricomincia a parlare di banche gli animi tornano a scaldarsi.

Leggi il resoconto completo della seduta di oggi del Consiglio Grande e Generale

MF