Logo San Marino RTV

Consiglio: si riparte dalle interpellanze, poi la patrimoniale. Dim non si presenta.

15 giu 2018
Il Consiglio Grande e Generale
Il Consiglio Grande e Generale
I lavori dovevano riprendere alle 13.30 ma manca il numero legale e, dopo un primo appello andato a vuoto, la Reggenza esce dall'Aula. Si riparte con un'ora di ritardo e senza i consiglieri di Dim, assenti contro la patrimoniale.

La maggior parte delle interpellanze riguardano il sistema bancario e finanziario, ma troviamo anche quelle su compravendite immobiliari, ampliamento del carcere dei Cappuccini e nuova struttura a Murata.

Iro Belluzzi vuole sapere quando verranno rimborsate le obbligazioni subordinate di Asset Banca.
“Il Decreto – spiega Celli – rinvia condizioni economiche, strumenti, modalità e tempi per l'integrale rimborso a successivo provvedimento. Nessuna inadempienza – precisa - la norma precettiva è in corso di valutazione” e ribadisce la volontà di procedere all'avvio dell'iter consiliare. Belluzzi è insoddisfatto: “ è una risposta da dare in tempi stretti visto che riguarda un'operazione – quella su Asset - avvenuta in modo opaco”.

La Dc chiede chiarimenti sull'evento “Un inchino per Peppino” e relativa autorizzazione di spesa in favore di Indica Studio.
Il Congresso di Stato – spiega Celli – guardava all'iniziativa con interesse, dato che avrebbe reso san marino visibile in contesti internazionali, promuovendo la cultura della legalità. “Purtroppo, in mancanza delle sponsorizzazioni a sostegno del progetto, il Congresso – precisa il segretario - ha dovuto rinunciare e il finanziamento non verrà erogato”. “La procedura corretta – risponde Stefano Canti – è revocare la delibera.” E sulla volontà del paese di riposizionare la propria immagine, “il Congresso – continua - ha tutti gli strumenti per poterlo fare, usando il proprio ufficio stampa piuttosto che affidarsi ad uno studio svizzero, riconducibile a chi ha curato la campagna di SSD”.

Il Governo fornisce poi numeri che fotografano un netto calo delle compravendite rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Precisa che gli interventi riguardano quasi tutti i trasferimenti a titolo oneroso e sottolinea l'aumento straordinario dei trasferimenti nel 2017, con un 44% in più rispetto al 2016. Dal 12 febbraio al primo maggio sono state 168, per un ammontare di imposte di registro di 574.000 euro. Solo 80, invece, i trasferimenti nel 2018 per 180.000 euro circa di imposte.

Si parla anche di turismo, con l'interpellanza a firma dc sulla prevista realizzazione in Città dell’allestimento museale nell’ex galleria ferroviaria “il Montale” e della variante al Piano Particolareggiato riguardante la Zona dell’ex-stazione. Risponde Simone Celli, che precisa che il cantiere per la messa in sicurezza della Galleria è stato sospeso per verifiche del dipartimento prevenzione. Si temeva ci fosse dell'amianto ma i rilievi hanno dato esito negativo. Prima dell'apertura si interverrà per garantire di percorrerla in sicurezza. Riguardo all'allestimento, “tipo di intervento e costi sono in corso di valutazione”.

“E' una presa in giro”, protesta Stefano Canti, “si parla di 80.000 euro, già preventivati, stanziati e a bilancio dell'Azienda lavori pubblici”. Il Consigliere Pdcs rimarca la volontà fin dal 2011 di intervenire su una zona depressa, recuperando la galleria, creando un percorso della vecchia ferrovia per aumentare il flusso turistico. “In sette anni – attacca - non siamo riusciti neanche a realizzare allestimento museale nella galleria”. E chiede a più riprese risposte dal Segretario al Territorio.

Interroga il Governo anche la maggioranza, che chiede i costi dettagliati sostenuti da Cassa di Risparmio da luglio 2012 a dicembre 2017 per consulenze, incarichi e collaborazioni professionali. Il Segretario rinvia, sta ancora attendendo il riferimento da Carisp.

Prima di affrontare la patrimoniale, patata bollente della sessione consiliare, si sospende la seduta per convocare un Ufficio di Presidenza.