Logo San Marino RTV

Consiglio. Temi portanti l'assestamento di Bilancio e la nomina del Comandante della Gendarmeria

20 set 2013
Consiglio. Temi portanti l'assestamento di Bilancio e la nomina del Comandante della Gendarmeria
Consiglio. Temi portanti l'assestamento di Bilancio e la nomina del Comandante della Gendarmeria
Nuova convocazione del Consiglio per il 25 e 26 settembre. Di fatto questa sessione si chiuderà nel pomeriggio di martedì prossimo, e l’Aula sarà di nuovo al lavoro dalla tarda mattinata di mercoledì. Due i temi portanti: l’assestamento di Bilancio per il 2013 e la nomina del Comandante della Gendarmeria. La scelta è caduta su Alessandro Gentili, 60 anni, dal 2007 Comandante dei carabinieri antifalsificazione monetaria, reparto dell'Arma specializzato nel contrasto alle frodi con carte di pagamento. Al centro di questa giornata è la legge sulle Giunte di Castello che arriva al voto con un solo testo emendato, frutto dell’accordo raggiunto tra il Governo e l’Unione per la Repubblica. Sulle regole del gioco, sottolinea il Segretario agli Interni, serve la massima condivisione. Giancarlo Venturini saluta con favore l’intesa raggiunta con l’Upr, anticipa la sostanziale condivisione anche da parte delle altre forze politiche e ricorda il contributo offerto dai Capitani di Castello. Si è trovata una sintesi e una convergenza su un testo unitario, conferma il capogruppo dell’Upr Giovanni Lonfernini. E’ un traguardo importante perché è necessario che su tema istituzionale si ragioni senza schematismi di parte, aggiunge, ricordando che la questione Giunte è diventata urgente con le dimissioni del Capitano di Castello di Acquaviva. E mentre il gruppo socialista assicura il proprio sostegno al provvedimento, i toni del confronto si scaldano con Civico 10 e Sinistra Unita, sull’estensione di diritto di voto – per le Giunte – ai residenti. Ad accendere la miccia è il democristiano Franco Ugolini che plaude alla scelta di lasciare il voto ai soli sammarinesi. Civico 10 e Sinistra Unita hanno presentato emendamenti per garantire il voto ai residenti da 5 anni e l’eleggibilità a chi risiede da 10 con la sola eccezione del Capitano di Castello che resta sammarinese. E a Tony Margiotta che lancia accuse di oscurantismo alla dc, replica Lorella Stefanelli affermando che “da noi la questione delle residenze fittizie è ancora molto aperta”. Cittadinanza Attiva ricorda che la proposta arriva direttamente dai Capitani di Castello e contesta alla legge di essere troppo “fiacca”. Dopo 20 anni, è la critica, ci voleva una svolta. Da Vladimiro Selva del Psd arriva l’invito a non fare barricate ideologiche e a ricordare che lo stesso suggerimento arriva dagli organismi internazionali.