Logo San Marino RTV

Consiglio: Valentini annuncia che sta partendo il negoziato con Unione Europea

12 dic 2014
Consiglio: Valentini annuncia che sta partendo il negoziato con Unione Europea
Consiglio: Valentini annuncia che sta partendo il negoziato con Unione Europea - Il Consiglio si è aperto con il richiamo dei Capitani Reggenti a intervenire solo sui temi all'ordin...
Il Consiglio si è aperto con il richiamo dei Capitani Reggenti a intervenire solo sui temi all'ordine del giorno. Il segretario Valentini annuncia che il Coreper, responsabile della preparazione dei lavori del Consiglio Ue, ha approvato il mandato della commissione di negoziare uno o più accordi di associazione con San Marino, Monaco e Andorra. Mandato che finirà il 16 dicembre sul tavolo del Consiglio europeo per il via libera definitivo. Torna In aula la vicenda del dossieraggio.Prende la parola Unione per la Repubblica sulla vicenda video dossieraggio e si domanda, Marco Podeschi, sulla piena liceità della presenza in consiglio. Matteo Zeppa, di Rete, ribadisce che l'aula, vista la situazione, non è legittimata. Chiedendo lo scioglimento del parlamento e nuove elezioni. Anche la Michelotti di Sinistra unita interviene sui video di Carrirolo e si dichiara Infastidita da questo gossip, non si tratta di rilevazioni. "Non do valore alle cose carpite cosi e fatte circolare in questo modo". " Stare attenti a cosa c'è dietro", rimarca Zeppa di Rete. Poi la Michelotti punta il dito sulla convenzione Sinpar per il parcheggione. Cosi come Civico 10. Zafferani chiede una scelta radicale. È arrivata a scadenza senza averci ancora messo mano. Sulla mancata riscossione della monofase e delle bollette. Ne cita una per oltre 800 mila euro. Il segretario Lonfernini risponde sul parcheggione." Giovedì prossimo firmeremo la nuova convenzione nettamente ridotta per il minimo garantito". Zafferani torna sul dossieraggio chiedendo che siano i cittadini a scegliere una classe politica completamente svincolata da quella emersa dai video. Giovagnoli riprende le parole dell'opposizione per rimarcare il paradosso di chi dichiara di mettere in dubbio questi video, per poi legittimarli chiedendo lo scioglimento del consiglio. "Non mi sembrano cose dissimili dal passato, le varie vicende Scaramella". Bisogna aprofondire, non le registrazioni bensi gli errori politici chiede il consigliere psd. Si crea un piccolo battibecco con Rete, fuori dai microfoni.
Il segretario Capicchioni risponde alla sollecitazione su Amazon arrivata in commissione prima dagli esponenti dell Upr e poi in comma comunicazioni con Nicola Selva. Capicchioni spiega che le domande al colosso di vendita on line non hanno avuto risposta quindi lo stato è intervenuto. Per sbloccare la situazione il pagamento è dovuto. Non si parla di sanzioni, per i singoli cittadini, ma possono esserci per gli esercizi economici. Per il segretaril alle Finanze sicuramente qualcuno era a conoscenza della cosa e potrebbe averci speculato. Sulla monofase ricorda che non si tratta di mancati pagamenti ma revoca di rimborsi. Ivan Foschi condivide l'analisi di Giovagnoli, ma la condanna politica deve esserci. Chiude la mattinata il socialista Pedini Amati. Imputa i video a faccendieri non meritevoli di fiducia, ma nella prima relazione della commissione antimafia si è tenuto conto di personaggi non credibili, esattamente come gli attuali, con relative condanne politiche. "Oggi è diverso. Non capisco" dice l'esponente della corrente interna socialista.

GB