Logo San Marino RTV

Consultazioni: Dim porta al tavolo le sue condizioni

di Monica Fabbri
13 dic 2019
Roberto Ciavatta (Rete)

In questo venerdì 13 non c'è spazio per la superstizione: nel pomeriggio riprendono le consultazioni. In Via delle Scalette l'incontro è con Domani in Movimento. La Dc accelera confermando, nei fatti, di voler dare al paese un Governo il più velocemente possibile. Gli incontri proseguiranno domani e probabilmente anche domenica. In questa particolare fase politica non esistono giorni festivi, né tempi morti. Dunque si corre, con Via delle Scalette che guarda ad un'ampia maggioranza sebbene Motus Liberi, nel primo incontro, abbia caldeggiato un Governo formato solo da Dc e Dim, quindi di 36 seggi. Sui numeri Dc e Rete condividono la stessa linea: “Crediamo che un'ampia maggioranza sia indispensabile e che la posizione espressa da Motus che ci risulta non definitiva – dice Roberto Ciavatta – non tenga conto di una serie di questioni che dovranno essere considerate. Oggi - anticipa - dovremo confrontarci su questo e su chi dovrà essere chiamato a formare questo Esecutivo”. Come è prevedibile, sui nomi che comporranno il futuro Governo si gioca una partita decisiva. Motus dal canto suo si dice disposto ad andare al Governo solo se – spiegano fonti interne – verrà riconosciuto valore al partito e gli sarà data la possibilità di lavorare bene, senza ostacoli, senza veti incrociati e nell'interesse del Paese. Non siamo – ci dicono – per il Governo a tutti i costi. L'intenzione è anche quella di vigilare, pronti a denunciare ciò che non dovesse funzionare.