Logo San Marino RTV

"Correttivi" alla legge elettorale e proroga della sanatoria sul tavolo del congresso

2 set 2019
Congresso di stato
Congresso di stato

Le modifiche alla legge elettorale  passeranno attraverso l'adozione di un progetto di legge “norme tecniche in materia elettorale” che il Governo ha adottato nella seduta del Congresso di oggi e che verrà presentato in Consiglio, oppure attraverso emendamenti al progetto di legge della maggioranza. Sarà l'Ufficio di Presidenza a scegliere su quale binario arrivare a destinazione, ossia ai "correttivi" necessari per rendere la legge elettorale compiutamente applicabile.

Giovedì scorso c'è stato l'incontro tra i capogruppo consiliari ed i funzionari della Segreteria Istituzionale e Ufficio Stato Civile, convocato dalla Segreteria Interni, per una riflessione sugli interventi tecnici e le soluzioni operative necessarie per scandire in maniera precisa i passaggi che la normativa prevede; ora i gruppi consiliari faranno le verifiche necessarie con l’obiettivo di operare ancora una volta per la ricerca di una intesa comune su un testo che è stato frutto di condivisione e che rimane con una granitica  scelta politica alla base. Il progetto di legge prevede interventi di carattere tecnico e soluzione operative, orientato a scandire l’iter delle future consultazioni elettorali.  Sul tavolo del Congresso di Stato arriva anche l'adozione del Decreto Delegato che fissa le regole per l’uso e la custodia dell’armamento in dotazione a Gendarmeria e Guardia di Rocca colmando un vuoto normativo che i due corpi segnalano da tempo.

Prorogato infine, tramite Decreto legge- il termine per la presentazione della domanda di concessione edilizia in sanatoria straordinaria, che slitta a settembre 2020. “È la terza – ed ultima proroga  concessa- ed è stata chiesta questa volta dagli stessi ordini professionali” specifica il Segretario Michelotti.  Dalla Segreteria l'invito a consegnare comunque per tempo le pratiche, per una questione gestionale legata agli uffici tecnici ma anche per meglio diluire i costi  della pratica