Credito agevolato, Zafferani: "stiamo valutando una revisione della normativa"

13 apr 2018
Credito agevolato, Zafferani: "stiamo valutando una revisione della normativa" - Il Segretario all'Economia: "difficile accedere al credito e il tasso è più alto rispetto all'Italia...
L'accesso al credito a San Marino è complicato e costoso. “Le banche non lo concedono con facilità – dice Zafferani - e non avendo accesso all'Eurosistema il costo della raccolta è più alto rispetto all'Italia”. Quindi, il tasso è superiore. Il Governo corre ai ripari per impedire che le aziende sammarinesi si rivolgano fuori confine. Zafferani rivela che svariate imprese attive e solide hanno presentato al Governo progetti di investimento che faticano a finanziare e che potrebbero dare lavoro ad oltre cento persone. “Non sarà semplice – dice - risolvere il problema in via strutturale ma dobbiamo intervenire per permettere alle imprese di investire in territorio. Stiamo valutando una revisione della normativa sul credito agevolato che dovrà avvenire in tempi rapidi perché i progetti di investimento stanno per partire. Dovrà consentire di finanziare anche quelli importanti, dato che oggi il decreto sul credito agevolato prevede limiti piuttosto bassi di investimento finanziabile, pari ad un milione di euro. Capisce chiunque che grandi imprese che fanno investimenti per decine di milioni di euro non riescono ad entrare in questa procedura legislativa”. Zafferani rassicura sulla massima trasparenza: dato che l'approvazione dei finanziamenti richiederanno un impegno economico allo Stato passeranno in Consiglio.
“E' bene che tutta l'Aula sia consapevole del supporto che lo Stato cerca di dare alle aziende storiche del paese per crescere”. Perché non fare certe politiche attraverso la banca dello Stato, vale a dire Cassa di Risparmio? “Cassa – risponde Zafferani - non è avulsa dal sistema economico creditizio sammarinese che purtroppo si finanzia a tassi maggiori rispetto a quelli italiani. E' un problema strutturale del sistema che rappresenta un limite per noi. Stiamo anche valutando delle modalità di accesso al credito fornito da alcuni organismi internazionali di cui San Marino è parte e che potrebbero darci la possibilità di ottenere credito a tassi molto più bassi. Richiedono però tempi lunghi e noi abbiamo invece bisogno di dare risposte veloci ai progetti di ampliamento in corso”.

MF