Logo San Marino RTV

Decadenza Berlusconi, Alfano: "Esterrefatti da comportamento Pd"

10 set 2013
Decadenza Berlusconi, Alfano: "Esterrefatti da comportamento Pd"
Decadenza Berlusconi, Alfano: "Esterrefatti da comportamento Pd"
La riunione sulla decadenza del Cavaliere è stata aggiornata per questa sera alle 20. Ieri in un nulla di fatto Il relatore Andrea Augello (Pdl) ha aperto i lavori ponendo tre "questioni pregiudiziali", in 70 pagine, su cui ha chiesto ai colleghi di discutere in via preventiva. Nella prima, il senatore Pdl chiede infatti alla Giunta stessa di verificare in via preliminare se è ammissibile un ricorso alla Corte Costituzionale. Nella seconda si chiede invece di sollevare direttamente l'eccezione di costituzionalità della "Severino" alla Consulta su 10 profili e non solo su quello della non retroattività della norma. La terza questione è invece la vera novità posta dal relatore: il rinvio interpretativo, per verificare la conformità della legge Severino ai principi comunitari, alla Corte Ue di Giustizia.
"Se il Pd assieme ai grillini decide, già questa sera, di votare contro le pregiudiziali del relatore, fa decadere il governo Letta, molto semplicemente. Non fa decadere il sen. Berlusconi, perché rompe la maggioranza". Così Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera. Dal suo omologo del Pd Roberto Speranza l'osservazione che "non c'e' nessun accordo di alcun tipo tra Pd e Pdl nella Giunta", e che si tratta di prendere atto di una sentenza, perché "se qualcuno pensa al ricatto questo sarebbe il terreno sbagliato".
"Siamo esterrefatti per il comportamento del Partito Democratico, ieri, in Giunta. Pur di eliminare per via giudiziaria lo storico nemico politico, preferiscono mettere in ginocchio il Paese". Lo afferma il segretario del Pdl Angelino Alfano.