Logo San Marino RTV

Due anni di congressi politici a San Marino

22 apr 2013
Due anni di congressi politici a San MarinoPartiti sammarinesi a Congresso: la prima Ap, termina la Dc
Partiti sammarinesi a Congresso: la prima Ap, termina la Dc - Prossima assise l'Upr, a maggio
Apprezzamenti da parte della Democrazia Cristiana per la riconferma di Simone Celli segretario generale del Partito Socialista, al termine del congresso che cade nel bel mezzo di una stagione densa di appuntamenti per i partiti politici, chiamati a rinnovarsi e a guardare al proprio futuro. Aveva iniziato Alleanza Popolare, che ha deciso di puntare sia sul rinnovamento che sull'esperienza, con Nicola Renzi coordinatore e su S.E. Antonella Mularoni presidente, che fino a ottobre però sarà Capitano Reggente. Il Partito Socialista ha dunque riconfermato Simone Celli, che si è fatto le ossa in questi anni, ma è ancora un giovane della politica. Il Pdcs ha notato “con piacere – sottolinea – l'attenzione rivolta dal Partito Socialista all'area cattolico democratica e liberale ed auspica un cammino di crescita e consolidamento per il partito”. Sarà l'Unione per la Repubblica la prossima a scendere in campo, per il suo primo congresso: un'unica giornata di lavori, sabato 18 maggio, per eleggere coordinatore, presidente ed esecutivo. Anche il Psd dovrebbe essere prossimo al congresso, ma la data non è ancora stata fissata, anche se sarà entro l'anno. L'ultimo vero congresso risale al 2007, nel 2009 l'assemblea rimise a posto i tasselli dopo la fuoriuscita di Andreoli e compagni. In settembre toccherà a Noi Sammarinesi, anche per loro primo congresso, dopo 7 anni di vita: indicativamente, avverrà a fine settembre. L'ultima sarà proprio la Democrazia Cristiana: la scadenza naturale dei tre anni dopo il congresso del 2010 sarebbe novembre, ma probabilmente se ne parlerà nella primavera del 2014.

Francesca Biliotti

E, attraverso una nota, il Psd esprime apprezzamento per la dichiarazione contenuta nel documento che ha concluso i lavori del congresso socialista, circa la volontà di imprimere ulteriore impulso al percorso di aggregazione dell'area politica e culturale del riformismo socialista. Apprezzamento anche per la volontà espressa dal partito socialista di partecipare proattivamente al percorso di costruzione del nuovo sistema Paese, dichiarando – sottolinea il Psd – disponibilità al dialogo e al confronto per superare l'attuale fase di difficoltà.