Logo San Marino RTV

Due piani di sviluppo aziendale discussi in Congresso

30 gen 2006
Economia in primo piano nella riunione del Congresso di Stato, e in particolare due importanti progetti di sviluppo. Il primo della Colombini SA, che prepara un’espansione che porterà fino a 434 gli attuali 380 dipendenti. Un incremento di 54 lavoratori, che potrebbe partire dal 31 dicembre 2007 e mantenersi almeno per i 4 anni successivi. Un progetto che affronta anche il tema della flessibilità, necessaria per la connotazione produttiva dell’azienda. “Singolare – polemizza il Segretario di Stato per l’Industria, Claudio Felici – il tono di lotta usato dai sindacati, per commentare il progetto, quasi si parlasse di una vertenza aperta piuttosto che di un piano di sviluppo. Siamo di fronte ad un’azienda che intende crescere, aumentare il numero di dipendenti. Il governo – aggiunge - non può limitarsi al ruolo di mediatore, ma deve fornire un supporto importante perché il progetto vada in porto. Ognuno – conclude Felici - deve fare la propria parte, sindacato compreso'. Il secondo piano di sviluppo riguarda la SIT, che ha presentato una proposta di espansione dell’azienda su un’area di 15 mila metri quadri. Un’ipotesi al vaglio della Segreteria di Stato al Territorio. Sempre in tema di economia l’esecutivo ha adottato una delibera per il sostegno all’iniziativa della Camera di Commercio prevista per il 9 e 10 marzo prossimi. Sul Titano saliranno i più autorevoli referenti internazionali per la prima edizione del San Marino Europe Business Partners, l’occasione per far conoscere le potenzialità del sistema sammarinese. Il Segretario di Stato Giovanni Lonfernini ha poi informato i colleghi di Governo della visita che compirà in Repubblica Guido Bertolaso, capo del Dipartimento italiano della Protezione Civile. Una visita, che si compirà lunedì prossimo, 6 febbraio, e che cade proprio a ridosso dell’approvazione da parte del Consiglio Grande e Generale della nuova legge sulla protezione Civile di San Marino, con la quale si è istituito il Capo della Protezione civile sammarinese, il coordinamento e si è introdotta la figura del volontariato in questo importante settore. Altro tema discusso dall’esecutivo: il Piano di Gestione per il progetto di riconoscimento di San Marino come patrimonio mondiale dell’Unesco. Il sottosegretario Bono, sul Titano nel fine settimana, ha espresso apprezzamento sul dossier presentato a Parigi, assicurato il pieno sostegno dell’Italia al progetto, ora si deve elaborare il previsto piano di gestione.
Deciso, infine, il blocco delle aliquote per i contributi previdenziali delle badanti, a carico del datore di lavoro. La riforma previdenziale portava questi tributi al 15,7 per cento, il Congresso ha deciso di lasciarli invariati all’11,9 per cento, per non gravare il nucleo familiare di ulteriori costi.