Logo San Marino RTV

Duro attacco di Berlusconi ai finiani

27 nov 2010
Duro attacco di Berlusconi ai finiani
Ancora tensioni dopo le ultime dichiarazioni del premier. “I parlamentari eletti nel centrodestra dovranno sostenerci fino a fine legislatura". "A chi non lo farà, il marchio di traditore a vita”. E’ duro il messaggio di Silvio Berlusconi, duro l’attacco ai finiani: “Nessuna alternativa all’attuale governo, solo nuove elezioni, che - dice - nessuno vuole”. E’ convinto di vincerle: “Alle urne sbaraglieremo tutti” e va avanti: “Noi facciamo, gli altri parlano”. Immediata replica del presidente della Camera: “E’ solo propaganda”. Per Fini, andare al voto sarebbe un azzardo per il Paese e risponde alla provocazione: “Traditore è lui che ha parlato del PdL come partito dell’amore”. Ricorda l’appuntamento dell’11 dicembre – la manifestazione del Pd contro il governo, il leader Bersani: “Non solo per dire no a Berlusconi, ma per mettere in chiaro le proposte”. Torna sul clima nel paese: “C’è sfiducia e rabbia alle quali rispondere o si rischiano tensioni anche pericolose”. Lo fa dalla manifestazione romana della Cgil, che definitivamente consacra il neosegretario, Camusso: “Il paese non merita questa classe politica. O risposte o sciopero: davanti a migliaia di persone a Roma detta la nuova agenda: “Al centro siano lavoro, futuro dei giovani, difesa dei diritti”.

Annamaria Sirotti