Logo San Marino RTV

Elezioni San Marino: il rapporto dell'OSCE sui preparativi

16 nov 2012
Elezioni San Marino: il rapporto dell'OSCE sui preparativi
Elezioni San Marino: il rapporto dell'OSCE sui preparativi - Esce il Rapporto della Missione di Valutazione delle necessità dell’OSCE, elaborato lo scorso ottobr...
Obiettivo della missione di metà ottobre era valutare la situazione pre-elettorale e i preparativi per il voto. Approfonditi tutti gli aspetti relativi a contesto politico, quadro giuridico, amministrazione elettorale, registrazione degli elettori e dei candidati, campagna elettorale e relativo finanziamento, mezzi di informazione, reclami e ricorsi. Ora, a consultazioni politiche avvenute, esce il rapporto dell’ufficio dell’OSCE per le istituzioni democratiche e i diritti umani, scaturito da una serie di incontri con funzionari pubblici, partiti, organi di stampa e rappresentanti della società civile, nel quale si promuove sostanzialmente il modus operandi del Titano. Dall’analisi degli esperti – sottolinea la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri – emerge infatti un atteggiamento di fiducia nell’integrità del processo elettorale e nella capacità dell’amministrazione di organizzare le elezioni secondo modalità professionali e trasparenti. Anche se la legislazione non include specifiche disposizioni per gli osservatori internazionali o nazionali (aspetto, questo, non pienamente in linea con i dettami del Documento di Copenaghen dell’OSCE del 1990), tuttavia un’eventualità del genere – si legge nel rapporto - è stata accolta favorevolmente da tutti gli interlocutori della Missione, riconoscendo che i processi elettorali possono sempre essere migliorati e che a ciò potrebbe contribuire una valutazione esterna indipendente. Anche le attuali discussioni sul voto estero potrebbero beneficiare dell’esperienza esterna sulle buone pratiche in questo campo. L’Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani OSCE si dice inoltre pronto ad assistere San Marino anche per un’eventuale riforma elettorale futura, compresa una revisione dell’attuale normativa in materia. Tutte raccomandazioni e suggerimenti che il Segretario agli Esteri Mularoni auspica vengano tenuti nella massima considerazione dal prossimo Governo, le istituzioni e gli uffici preposti al processo elettorale.

Silvia Pelliccioni