Logo San Marino RTV

Europopolari: confronto con il PDCS

27 lug 2007
Europopolari
Europopolari
Un faccia a faccia fra gli ex amici, il primo dopo la costituzione della nuova forza politica degli Europopolari, dopo la fuoriuscita, piuttosto burrascosa, dei 4 consiglieri e di altri aderenti democristiani di spicco. Un colloquio sulle impostazioni politiche, i progetti e i programmi di legislatura, le priorità e gli obiettivi. La nostra uscita – hanno ribadito gli Europopolari alla delegazione democristiana - è stata dettata dalle divisioni sul metodo. Confermata la collocazione al centro dello schieramento politico sammarinese e la volontà di portare avanti un ruolo puntuale di opposizione, costruttiva ma di rigido controllo sull’operato di un governo che – spiegano gli Europopolari – difficilmente potrà affrontare i problemi del Paese.
Per ciò che riguarda la nuova fase politica verso una aggregazione delle forze più moderate, gli Europopolari affermano di guardare con attenzione a quanto sta accadendo e annunciano l’intenzione di dare vita,, nel prossimo mese di ottobre, ad una costituente del riformismo cattolico, liberale e democratico.
Giovedì il dialogo aveva visto protagoniste le delegazioni di Sinistra Unita e di Alleanza Popolare. Nel primo caso non sono mancate condivisioni sui programmi politici anche se gli europarlamentari hanno sottolineato le forti differenze fra le aree culturali di provenienza dei due partiti. Soddisfazione viene manifestata per il confronto con Alleanza Popolare nel quale si sono registrate convergenze importanti. Le due forze torneranno a parlarsi molto presto, per proseguire nel confronto politico.