Logo San Marino RTV

Eva Guidi: "Significativi segnali di fiducia nel sistema bancario"

Il Segretario di Stato alle Finanze fa il punto sui principali dossier aperti nel settore finanziario. In stato avanzato il progetto sugli Npl. L'obiettivo del pareggio di Bilancio entro il 2021 e il metodo della condivisione

24 nov 2019
Eva Guidi: "Significativi segnali di fiducia nel sistema bancario"
Eva Guidi: "Significativi segnali di fiducia nel sistema bancario"

Collocate tutte le obbligazioni emesse recentemente dallo Stato e la raccolta bancaria è stabile. “Significativi segnali di fiducia per il sistema bancario”, commenta il Segretario alle Finanze Eva Guidi che fa il punto sui principali dossier economico-finanziari del momento.

“Gli ultimi dati a disposizione confermano la sostanziale tenuta del sistema finanziario al 30 settembre 2019”. Ad affermarlo un comunicato ufficiale della Segreteria alle Finanze che elenca alcuni indicatori: raccolta bancaria stabile, collocamento rapido di tutte le obbligazioni recentemente emesse, salita di cinque punti – dal 25 al 30% - del tasso di copertura sulla raccolta, a vista.

“Emerge – commenta Eva Guidi - un quadro finalmente più favorevole che può contribuire alla creazione della base necessaria per garantire una serie di investimenti nei settori strategici per San Marino”. Apprezzamento, da parte del Segretario alle Finanze, al metodo della condivisione per affrontare la crisi del Cis con la “risoluzione bancaria” e soddisfazione per la recente conferma del rating di Fitch, mentre era concreto il timore di un declassamento.

Eva Guidi considera valida l'esperienza del tavolo di confronto e in merito al problema degli Npl parla di “fase avanzata” del progetto che permetterà agli istituti di credito di migliorare i profili patrimoniali. “Il progetto – chiarisce – prevede il recupero e non la vendita degli Npl” e “dovrà essere uno dei primissimi provvedimenti del prossimo Governo”.

Il Segretario alle Finanze ipotizza anche il pareggio di Bilancio entro il 2021 e un piano degli investimenti per le infrastrutture e le opere pubbliche “a sostegno dello sviluppo e dei progetti che – dice - vogliamo costruire insieme, con un patto forte che leghi politica, istituzioni, categorie e tutti gli altri soggetti che possono contribuire al nostro domani”.