Logo San Marino RTV

Expo 2021, Commissario Maiani: "Partecipazione da riprogrammare in base a stanziamenti del Governo"

Relazione del Commissario Mauro Maiani. A Dubai Tesoro di Domagnano e aziende del Titano. “Alla data del 31 marzo sono rimasti circa 375mila euro”.

5 giu 2020
Expo 2021, Commissario Maiani: "Partecipazione da riprogrammare in base a stanziamenti del Governo"
Expo 2021, Commissario Maiani: "Partecipazione da riprogrammare in base a stanziamenti del Governo"

In Commissione Finanze, oltre alla seduta segreta sui Titoli Demeter, si è parlato anche di Expo 2020 – rinviato di un anno per la pandemia. Il Commissario Mauro Maiani presenta una corposa relazione: dall'iter di partecipazione all'uso e trasferimento dei fondi da parte dell'Agenzia, struttura che deve autorizzare e rendicontare. È stata effettuata una unica spesa: il pagamento dell'Università per il disegno del padiglione. “Alla data del 31 marzo sono rimasti circa 375mila euro”.

L'avvicinamento ad un Expo comincia sette anni prima. Nel 2013 San Marino ha appoggiato Dubai e in cambio ha avuto l'assicurazione di essere inserita nella lista di assistenza tecnica e di avere il padiglione gratis. “Non pagheremo – chiarisce Maiani - né padiglione né l'allestimento. Spenderemo, invece, per il contenuto e la sua gestione". Maiani parla delle tante scadenze affrontate: dalla sua nomina a Commissario c'è stato un lavoro frenetico di due mesi non sapendo, ancora, che ci sarebbe stato un rinvio. “La mia preoccupazione – spiega - era di riuscire a fare tutti gli atti necessari entro fine giugno”.

Una corsa contro il tempo, dunque, raccontata nelle sue varie fasi. Il padiglione sarà diviso in 4 aree. La prima bozza prevede nella prima sala la riproduzione del tesoro di Domagnano, con la riproduzione della fibula che si trova ad Abu Dhabi. La seconda sala è dedicata al turismo mentre la terza al sistema Paese con video e grafiche delle aziende di San Marino. L'ultima area è quella della vendite. Tutto si è però fermato il giorno che Expo ha deciso il rinvio. Si apre quindi una nuova fase. “Dovremo – dice - riprogrammare la partecipazione anche sulla base dello stanziamento del Governo”. Tutta la politica concorda sull'importanza di essere presenti a Dubai.

"Rappresenta un rilancio generale" – commenta il Segretario Federico Pedini Amati. Con l'emergenza, i 500 mila euro programmati per l'Expo sono stati bloccati per destinarli alla sanità. “Allo stato attuale – chiarisce Pedini Amati – l'importo è programmato come entrata per svolgere l'Expo il 2021”.