Logo San Marino RTV

Federico Pedini Amati: "Ed ecco che si torna o si continua a parlare dei Conti Mazzini"

15 giu 2014
Federico Pedini Amati: "Ed ecco che si torna o si continua a parlare dei Conti Mazzini"
Federico Pedini Amati: "Ed ecco che si torna o si continua a parlare dei Conti Mazzini"
Ed ecco che si torna o si continua a parlare dei Conti Mazzini, con nomi, cognomi, indirizzi, soldi presi non si sa per cosa, imprenditori, politici, firme non riconosciute, e tanto tanto altro che ancora non è venuto fuori. E’ la San Marino delle Banche e Finanziare, (la famosa Piazza Finanziaria di qualcuno ) senza proprietari però ad oggi nel senso che ancora non si conoscono i nomi dei legittimi proprietari. Banche vendute o comprate a 5/6 milioni di euro con soldi finiti nelle tasche di faccendieri, politici, imprenditori, Finanziarie vendute a 2/3 milioni di euro sempre con soldi finiti nelle tasche di quelli sopra citati, faccendieri, politici, imprenditori. E in tutto questo, il Governo non si scompone, a parte qualche presa di posizione isolata che chiede coraggio e chiarezza. Mi piacerebbe leggere i pensieri mattutini e serali di qualcuno su questo argomento. I nostri giornali o pseudo tali, non tutti, che non hanno mai scritto una parola sui Conti Mazzini, ma magari su Sopaf sì, perché su Sopaf la stecca era dell’avversario politico. Che ci siano due pesi e due misure sui giudizi delle banche di proprietà di qualche politico è abbastanza lampante, alcune fatte saltare in due mesi con Bonifici che partivano comunque sopra al milione di euro a banca commissariata e altre ancora aperte che organizzano addirittura convegni. Ve la ricordate la Banca del Titano ? Ad oggi l’unica cosa certa è che abbiamo pagato tutti noi i famosi 20 milioni di buco, colpevoli ? Nessuno ! E la Monofase non riscossa ? 156 milioni su 188 irrecuperabili come da relazione letta in Consiglio dal Segretario alle Finanze, come volevasi dimostrare. E la riforma fiscale dove ci sono stati chiesti sacrifici a tutti ? E oggi leggiamo, se verrà confermato dalla magistratura, che ci sono almeno 20 libretti Mazzini dai nomi più strabilianti, “ Ciao, Arrivederci, Pippo, Stella, Mazzini 1, Mazzini 2 e tanti altri…….intascati da politici, imprenditori, faccendieri ? Ma per cosa hanno preso questi soldi se non per Tangenti ? Ma a voi qualcuno vi ha mai pagato per un lavoro fatto dandovi un libretto al portatore su cui andare a prelevare in banca il vostro avere ? ( li hanno chiamati anche “ ciao e arrivederci “, come se qualcuno dopo il colpo del secolo dovesse partire, o ancor peggio per prenderci ancora più in giro ). Siamo proprio al ridicolo e alla forma più bassa e infame dell’associazione a delinquere. I mafiosi hanno un codice d’onore, voi ladri corrotti e corruttori non avete niente, siete peggio dei mafiosi. Ora o ci mettiamo tutti insieme a cambiarlo questo paese e a chiedere fino in fondo giustizia e verità, partendo dai partiti così detti tradizionali, dove molte persone non accettano queste derive, oppure tanto vale abbandonare questi partiti, e contarci come persone di qualsiasi colore politico e tornare dai cittadini andando alle elezioni politiche o indicendo un referendum sul contrasto alla “ corruzione “ chiedendo loro se vogliono mandare a casa, Tizio, Caio, Semprogno e via cantando ………………. fino a qui siamo ancora nella parte civile, da qui a dopo, diventerà tutto molto più complicato secondo me.

Comunicato stampa del consigliere Federico Pedini Amati