Logo San Marino RTV

Giustizia: per Rf "pagina buia per la nostra storia". Opposizioni scrivono alla Reggenza per la lettera al Consiglio d'Europa

19 lug 2020
Nicola Renzi e Andrea Zafferani in conferenza stampa
Nicola Renzi e Andrea Zafferani in conferenza stampa

Pioggia di critiche da Repubblica Futura. Destinatarie: le forze di maggioranza. Al centro il dibattito sulla giustizia. Rf si focalizza sulla legge 1/2020 ripercorrendo gli ultimi passaggi. Nicola Renzi si sofferma sugli effetti di una norma che, spiega, cambia i requisiti per i magistrati per poter partecipare al Consiglio giudiziario plenario dando la precedenza ai giudici a tempo indeterminato. L'aspetto contestato da Rf è soprattutto la retroattività che porterebbe, per il partito, ad annullare le decisioni prese negli ultimi due anni. Tra gli effetti, sostiene, ci saranno la “cacciata” del Dirigente del tribunale, di due giudici d'appello e di un commissario della legge. “Una cosa indecente”, per Renzi. “Se si arrivasse fino in fondo – aggiunge – si configurerebbe un vero e proprio colpo di Stato”.

Nella precedente legislatura, dice Andrea Zafferani, l'allora maggioranza seguì le decisioni prese dei magistrati, senza invadenza. Per Zafferani, le forze di governo devono rispettare i principi del diritto. Il riferimento va agli organismi internazionali. Il Titano, per Rf, potrebbe essere “attenzionato” come Paese. La lettera inviata dai magistrati al Segretario generale del Consiglio d'Europa “non l'abbiamo ricevuta”, spiegano, annunciando l'invio di una missiva alla Reggenza per poterne ottenere una copia. Dall'opposizione, anche Libera ha scritto ai capi di Stato chiedendo maggiori dettagli sulla lettera o di potersi confrontare, tramite l'Ufficio di presidenza, con gli altri gruppi consiliari “rispetto alle modalità più idonee” per trattare la questione.