Logo San Marino RTV

Incognite politiche: Psd alla resa dei conti finale; Ns incontra Ps ma non scioglie le riserve su future alleanze

29 ago 2016
Palazzo PubblicoIncognite politiche: Psd alla resa dei conti finale; Ns incontra Ps ma non scioglie le riserve su future alleanze
Incognite politiche: Psd alla resa dei conti finale; Ns incontra Ps ma non scioglie le riserve su future alleanze - Francesca Michelotti (SU): "Rete ha perso l'occasione storica di dare una spallata al vecchio sistem...
Mentre tramonta l'ipotesi di una grande coalizione contro Dc, Ps e Psd, si allontana anche la possibilità di un unico fronte movimentista, a meno che Ciacci e i suoi non decidano di cambiare rotta. Difficile. Rete però si chiede: in Civico 10 sono tutti d'accordo? Si dividono dunque i fronti e c'è chi tira un sospiro di sollievo perché l'unità dei movimenti, va detto, faceva paura. C'è anche chi come Francesca Michelotti ritiene che Rete abbia perso l'occasione storica di dare una spallata al vecchio sistema. L'idea di Civico le era piaciuta soprattutto perché in questo momento – fa notare – la rappresentanza politica sta rispecchiando la geografia dei poteri. "Peccato – dice – che Rete non abbia colto questo passaggio epocale". Ora si rimette in moto lo scacchiere politico. L'incertezza regna sovrana; le incognite partono dal Psd. La frattura interna è ormai evidente, la definitiva resa dei conti arriverà in settimana. Una votazione c'è già stata eppure c'è chi spera e lavora per rimettere in discussione le scelte. Domani, intanto, si riuniranno Segreteria e Gruppo Consiliare. Sinistra Unita rimane alla finestra. “Siamo curiosi di vedere chi si aggiudicherà questa partita – dice la Michelotti - perché chi vince resta con la bandiera e si porta dietro voti fidelizzati”. Insomma, in via Ordelaffi chi farà le valige? Dubbi anche sulle scelte di Noi Sammarinesi che in questi giorni ha avviato con grande riserbo incontri con le forze politiche. Oggi al tavolo si è seduto il partito socialista e la vista delle nostre telecamere ha creato qualche disappunto che tradisce, forse, visioni diverse sul futuro del movimento. Pare infatti che non tutti vedano di buon occhio la coalizione con la Dc. C'è infatti chi vorrebbe che Noi Sammarinesi sfidasse lo sbarramento e corresse da solo. In questo clima di incertezze si inserisce una legge elettorale che impone alla politica l'accelerazione. Se si dovesse votare il 20 novembre, il 10 ottobre sarebbe infatti il termine ultimo per presentare liste e candidati.

Monica Fabbri