Logo San Marino RTV

Incontro tra il Pdcs e l'indipendente Bartoletti

1 mar 2011
"Nella giornata di lunedì 28 febbraio 2011, si sono riunite le delegazioni del Partito Democratico Cristiano Sammarinese e una delegazione coordinata dal Consigliere Federico Bartoletti per confrontarsi sulla difficile situazione che attraversa il Paese e per riflettere insieme sulla necessità di continuare il percorso di semplificazione del quadro politico sammarinese iniziato con l’esperienza del Patto per San Marino e della lista comune. Le due delegazioni hanno condiviso le analisi sulle gravi difficoltà in cui si trova il Paese, riaffermano la necessità di impegnare ogni risorsa per completare il percorso degli accordi italo-sammarinesi ed affermano la necessità che le forze politiche che costituiscono il Patto per San Marino continuino a sostenere l’attività di Governo. A tal fine esprimono pieno supporto alle riforme previste con la finanziaria 2011, al mantenimento degli standard internazionali indice dell’affidabilità e della credibilità del nostro Paese e ad ogni intervento a supporto dei settori economici più in difficoltà. Con riferimento al XVIII Congresso del Pdcs la delegazione democristiana ha confermato la volontà di attuare un percorso volto alla semplificazione del quadro politico e al consolidamento del Patto per San Marino e ha riconosciuto nella scelta del Consigliere Bartoletti un atto responsabile in considerazione ai problemi del Paese e dimostra lealtà al Patto e all’elettorato. La delegazione coordinata dal Consigliere Bartoletti ha condiviso pienamente la linea politica espressa nella mozione finale del Congresso del Pdcs. Le due delegazioni hanno ritenuto di approfondire il confronto nei prossimi giorni per confermare la loro azione politica all’interno del Patto, ravvisando l’opportunità di stipulare un accordo politico e di aprire un tavolo di coordinamento, allargato ad altre forze politiche del Patto, per un maggior coordinamento nella attività istituzionale, per semplificare il quadro politico e dar nuovo vigore all’area Popolare e Liberale di ispirazione cristiana che costituisce l’asse portante del Patto e un patrimonio insostituibile del Paese."