Logo San Marino RTV

Infiltrazioni mafiose: Alleanza Popolare a confronto con i cittadini

25 set 2012
Infiltrazioni mafiose: Alleanza Popolare a confronto con i cittadiniInfiltrazioni mafiose: Alleanza Popolare a confronto con i cittadini
Infiltrazioni mafiose: Alleanza Popolare a confronto con i cittadini - La filosofia, il metodo, i risultati condivisi, ma anche le difficoltà incontrate dall’organismo nel...
La filosofia, il metodo, i risultati condivisi, ma anche le difficoltà incontrate dall’organismo nelle parole del suo vice presidente, Mario Venturini, che risponde anche alle contestazioni.
Sulla mancata audizione ai politici chiamati in causa torna a dire: “C’erano prove oggettive, sufficienti a fugare ogni dubbio” e agli avvocati Annetta e Proietti, che promettono di tutelarsi in tribunale per smentire il loro coinvolgimento, replica “risponderemo nella sede dovuta”.
Il dibattito si allarga, dalle responsabilità individuali a quelle generali della classe dirigente. Insomma, tolto il velo, in luce sono le debolezze della politica, con il rischio che prevalgano sfiducia e disaffezione. Non è così per Valeria Ciavatta: “La gente – osserva – sa distinguere bene i politici onesti. Non è vero che tutti sapevano e nessuno interveniva. Io non immaginavo che si potesse arrivare a tanto”. Risponde anche da segretario agli Interni sulla corruzione dei dipendenti pubblici: “Nelle norme della PA ci sono già tutti gli strumenti per combattere il fenomeno”. Antonella Mularoni interviene sugli effetti dell’inchiesta nei rapporti con gli organismi internazionali e con l’Italia: “Effetti che non possono non essere positivi” dice, in linea con i passi compiuti da San Marino verso la trasparenza.
Toccati il ruolo e le responsabilità del tribunale, con Mario Venturini che distingue fra l’iter che può seguire una commissione parlamentare e quello, ben più complesso nei tempi, di una inchiesta giudiziaria.
Vivace confronto con il pubblico: su tutti, l’intervento di un cittadino, proprio uno dei tanti (omissis) che figurano nella relazione, e che ha duramente contestato i metodi della commissione.