Menicucci, Upr: "pronto a farmi da parte per favorire il rinnovamento"

14 ago 2012
Menicucci, Upr: "pronto a farmi da parte per favorire il rinnovamento" - Se il problema sono io, sono pronto a fare un passo indietro. Suona così la nota diffusa da Pier Mar...
Se il problema sono io, sono pronto a fare un passo indietro. Suona così la nota diffusa da Pier Marino Menicucci dopo le dichiarazioni del Presidente della Dc. La ferita è ancora aperta nella base del partito, aveva precisato ieri Teodoro Lonfernini. Ci vuole tempo per ricreare una collaborazione. Insomma tra Dc e Upr, ha titolato il “Corriere di San Marino”, un Menicucci di troppo. Voglio favorire rinnovamento e dialogo, scrive oggi il consigliere dell’Upr. Per questo confermo l’assoluta disponibilità a valutare ogni mio ruolo nell’interesse del Movimento e nell’ottica di rafforzarlo. “D’altronde, ironizza, non muoio dalla voglia di candidarmi. Non perché non amo la politica, aggiunge. Ma sono in campo da tanti anni. Menicucci invita però a volare alto, specialmente in un momento in cui la Repubblica vive una delle fasi più difficili della sua storia. A guidare le scelte, afferma, dovrebbe essere la responsabilità nazionale, senza distinzioni di sorta. E chiude con un suggerimento: ricordiamoci che l’aritmetica in politica non rappresenta una scienza esatta. Mai parlato di persone, replica il Presidente della Dc. Io e Marco Gatti, sottolinea, abbiamo fatto presente che la maggioranza del partito è contraria ad una collaborazione con l’Upr. Menicucci, uscendo dal Patto, ha fatto scelte diverse poi riproposte con l’Unione per la Repubblica, spiega Teodoro Lonfernini. E questo, aggiunge, ha generato una diffidenza all’interno della dc che ancora non è superata. Ma, ripete, non siamo mai scesi sul terreno del personalismo o abbiamo chiesto passi indietro a qualcuno. Senza l’Upr però è solo parziale il progetto di riaggregazione del centro a cui il Presidente della dc guarda da sempre. Ma non smetto di crederci, dichiara. Sono convinto che la maggioranza dei sammarinese si riconosce nei valori che possiamo esprimere.

Sonia Tura