Logo San Marino RTV

Operazione GDF Forlì: per la maggioranza 'opportuna la reazione del governo '

8 ago 2015
dal video GdfOperazione GDF: per la maggioranza 'opportuna la reazione del governo '
Operazione GDF: per la maggioranza 'opportuna la reazione del governo ' - Torniamo sull'operazione della Guardia di finanza di Forlì. La maggioranza fa quadrato attorno alla...
Torniamo sull'operazione della Guardia di finanza di Forlì. La maggioranza fa quadrato attorno alla reazione dei segretari Valentini e Capicchioni. Le fiamme gialle tirano dritto. L'imponente operazione anti- evasione proseguirà


Una reazione opportuna e puntuale, giustificata dal percorso evolutivo compiuto da San Marino e riconosciuto con l'inserimento nella white list fiscale e antiriciclaggio. In attesa che da Roma aprano le porte per il confronto chiesto con urgenza dai segretari Valentini e Capicchioni, la maggioranza mette in fila le motivazioni che giustificano la risposta a 'schiena dritta'.
Più che entrare nel merito dei numeri dell'operazione, per quanto tutti d'accordo sul fatto che“ volumi e soggetti interessati non possono rispondere alla realtà” è il nome della cittadina romagnola sede della procura competente ad accomunare i diversi partiti in uno stesso flashback. Sull'operazione 'Varano' di Forlì, ai danni anche d'immagine che causò a San Marino, si soffermano Marco Gatti (PDCS), Mario Venturini (AP) Gerardo Giovagnoli (PSD), con la stessa precisazione: non siamo più nel 2008, il percorso evolutivo di San Marino, è oggetto di reciproca soddisfazione.
L'ultima occasione, il 31 luglio a Roma, giorno in cui Capicchioni incontrò tra gli altri il Comandante Generale della Guardia di Finanza italiana, il Generale di Capo d’Armata Saverio Capolupo. “Alla luce di quanto accaduto – interviene l'indipendente Denise Bronzetti- sarebbe bene capire quali siano stati gli argomenti sul tavolo, visto che il governo non ha riferito”.
Sfumature diverse, medesimo sospetto: possono essere un caso i dati diramati ad un mese dalla voluntary? Le Fiamme Gialle tirano dritto. Il lavoro riprenderà proprio da chi non aderirà, almeno l'80% secondo gli inquirenti. “In questo momento abbiamo le transazioni ma non il denaro contante- dichiara il colonnello Mazziotti al Corriere Romagna- per meglio capire bisognerà ricostruire la circolazione di denaro contante”.