Logo San Marino RTV

Parte la campagna per i referendum del 2 giugno: ecco cosa prevedono i quesiti

di Mauro Torresi
17 mag 2019
Manifesti elettorali
Manifesti elettorali

Comincia la fase di confronto politico con gli eventi, i manifesti per le strade e i dibattiti in vista dei referendum del 2 giugno. Sono quasi 34500 gli aventi diritto al voto: 22685 quelli interni e 11809 quelli esteri. 49 sono le sezioni: 40 interne e 9 estere. Due i quesiti referendari, il primo propositivo, per modificare la legge elettorale (scheda azzurra), e il secondo confermativo, per 'aggiornare' la Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell'ordinamento sammarinese (scheda gialla).

Cosa prevede la modifica alla legge elettorale? Il meccanismo proposto stabilisce che, nel caso in cui non ci siano vincitori al primo turno, la Reggenza conferisca alla coalizione o alla lista con la maggioranza relativa dei voti un mandato di 15 giorni per formare una maggioranza tramite accordo con un'altra lista o coalizione che abbia ottenuto seggi. Nel caso il tentativo fallisca, un nuovo mandato sarà affidato a chi è arrivato secondo. Se neanche questa prova avrà successo, allora si procederà con il ballottaggio. Scegliendo il “sì” l'elettore accetterà questa modifica; votando “no” la respingerà. Il secondo quesito è di tipo confermativo e ha lo scopo, in sostanza, di stabilire che non si possano discriminare i cittadini in base al genere e all'orientamento sessuale. Votando “sì” si introducono questi 'criteri' nella Carta.

Quelli del 2 giugno saranno i primi referendum senza quorum. La campagna andrà avanti fino al 31 maggio. Oltre agli eventi sul territorio, sono previsti momenti di approfondimento su Rtv: quattro speciali e sei tribune referendarie distribuite nelle prossime due settimane.

L'Ufficio elettorale di Stato, dal decimo giorno prima del voto, rimarrà aperto anche nei festivi per rilasciare i certificati elettorali in caso di bisogno. Nonostante lo sciopero dei dipendenti, Poste spa fa sapere di aver consegnato 22670 certificati a tutti gli aventi diritto, anche grazie all'aiuto dato da gendarmeria, polizia civile, guardia di rocca e uffici giudiziari nel servizio di notificazione. L'Azienda per i Servizi durante le votazioni effettuerà un servizio gratuito di trasporto pubblico a chiamata e saranno istituiti due seggi speciali: all'ospedale di Stato e al Casale la Fiorina.