Logo San Marino RTV

Piano Stabilita': partito il confronto con la benedizione di Anis e Osla

31 mar 2018
Categorie al Begni
Categorie al Begni
E' partito il tavolo con governo, associazioni di categoria e sindacati sul piano di stabilita'. Le due associazioni imprenditoriali, Anis e Olsa, promuovono l'iniziativa e l'esito del primo incontro. Anis, in una nota, parla di un "Confronto serio sugli interventi per stabilita' e sviluppo". Il governo ha presentato le linee di indirizzo del piano: "Un progetto- spiega l'associazione della grande industria del Titano- che, come da noi richiesto da anni, puo' rappresentare quel piano strategico che manca al Paese da troppo tempo e che coniughi riforme strutturali al rilancio dell'economia". Ma perche' risulti efficace, occorrono "la condivisione totale dei dati e delle informazioni- chiarisce Anis- e la volonta' di aprire un confronto costruttivo con tutte le parti sociali". E nell'incontro odierno con il governo "abbiamo avuto garanzie per entrambi.
Anche Osla si unisce alla richiesta di "piena e totale condivisione delle informazioni". E si dice pronta a rimboccarsi le maniche e a condividere scelte dolorose e coraggiose per costruire la San Marino del futuro.
Ma è sul metodo che si concentrano i sindacati. Le riforme – dice la Csu– devono viaggiare all'unisono con la massima condivisione di tutte le parti in causa. L'Usl si aspettava si entrasse nel merito rispetto a principi ed enunciazioni “condivisibili”.