Logo San Marino RTV

La politica estera apre il primo dibattito alla 38° festa dell'amicizia

19 ago 2011
San Marino - La politica estera apre il primo dibattito alla 38 esima festa dell'amicizia
San Marino - La politica estera apre il primo dibattito alla 38 esima festa dell'amicizia
Il primo dei dibattiti tocca la politica estera e le azioni per il rilancio del paese. Ne hanno discusso i segretari Antonella Mularoni, Claudio Podeschi e Romeo Morri, insieme a Teodoro Lonfernini della Dc e Ivan Foschi di Sinistra unita. Le prime domande le sollevano i giovani democristiani sul perché del mancato dialogo con l'Italia. La necessità di ridare credibilità alla politica. Poi si fa sul serio. Con Foschi che non manca di criticare la conduzione della politica estera, un governo poco credibile che approva leggi a metà sulla trasparenza. Dall'altra il governo: "guardate da cosa siamo partiti e dove siamo arrivati, con Fondo monetario, Ocse e Moneyvall, per entrare a pieno titolo nei paesi virtuosi". Resta il neo del mancato accordo con l'Italia. Viene confermato come il problema sia soprattutto con il Ministero dell' Economia, mentre in altri settori, dalla Sanità, all' Istruzione, il dialogo va avanti. “ Presto l’ Oms aprirà una sede a San Marino, per rappresentare i piccoli stati nelle politiche sanitarie” ha detto Podeschi, Morri spera a breve in un accordo con l' analogo Ministero italiano per il reciproco riconoscimento dei titoli di studio. Non ultimo l'arrivo lunedì prossimo del ministro Paolo Romani. “Mai come in questi ultimi tempi, ha fatto notare il presidente della Dc Teodoro Lonfernini, sono arrivati così tanti Ministri italiani in visita sul Titano. "Il prossimo sarà Renato Brunetta, ha anticipato la Mularoni, oratore ufficiale il primo ottobre". Intanto venerdì incontrerà l’ omologo italiano, Franco Frattini al Meeting. Sull’ ipotesi di un colloquio con Giulio Tremonti, anche lui alla kermesse di Cl, il Segretario agli Esteri si chiede il perchè. Segno del gelo nel rapporto. Non solo politica estera. Si è parlato anche di economia e occupazione. Con la prospettiva che ai giovani si aprano a settembre occasioni lavorative nei settori dell’ energie rinnovabili e nello sviluppo del Parco scientifico e tecnologico.

Giovanna Bartolucci