Logo San Marino RTV

Politica italiana: parte la lotta alla successione

6 apr 2012
Politica italiana: parte la lotta alla successione
Politica italiana: parte la lotta alla successione
Parte la lotta interna per la successione a Bossi alla guida della Lega allo sbando per le inchieste sull’abuso nell’utilizzo dei fondi del finanziamento pubblico ai partiti, con le anime del Carroccio che si riposizionano in vista dei congressi locali. E il senatur va al contrattacco. Bossi, ormai ex segretario della Lega, sostiene che quelle inchieste “sono state organizzate da Roma ladrona”. Non considera un “Giuda” Maroni, con cui ha avuto un lungo faccia a faccia dai toni drammatici a via Bellerio. E, senza sbilanciarsi sul proprio futuro politico, ammette di aver sbagliato nel voler fare entrare i figli in politica. Ma le accuse dei Pm sono gravissime, e confortate da testimonianze secondo cui i soldi del Carroccio sarebbero stati utilizzati per pagare spese private dei familiari di Bossi e di membri del cosiddetto “cerchio magico”. Pesano come pietre le parole di una segretaria del partito, secondo cui “la situazione precipitò dopo la malattia di Bossi”. E mentre il premier Monti si prepara ad una missione in Medio oriente, non si sopiscono le polemiche sulla riforma del lavoro, e tutte le forze politiche chiedono, sulla scia del forte monito del presidente Napolitano, un’accelerazione per una riforma dei partiti che moralizzi il sistema. Intanto Silvio Berlusconi, che non commenta le vicende della Lega, dice di non pensare per il 2013 a proprie corse né verso il Quirinale né per palazzo Chigi. In un’intervista ad un giornale israeliano alla vigilia del viaggio in Medio Oriente il leader del Pdl sottolinea che la sua priorità è solo andare avanti con le riforme istituzionali.

Da Roma Francesco Bongarrà