Logo San Marino RTV

A porte chiuse la “segreteria allargata” della Dc

11 ago 2010
A porte chiuse la “segreteria allargata” della Dc
Tutto è rigorosamente a porte chiuse, in campo neutro per evitare ogni elemento di disturbo da un confronto politico che la Dc ha voluto con tutte le sfere più importanti e significative del partito. Si chiama “segreteria allargata” e sta ad indicare un conclave dei colonnelli democristiani, dei membri anziani, dei rappresentanti dei vari organismi. L’intento è quello di fare assoluta chiarezza sul momento politico, sulle cose da affrontare con estrema urgenza i passi da compiere su tutti i fronti. Riunione fiume che si presume si chiuderà a notte inoltrata. E’ un’analisi a 360 gradi sulla quale il Segretario Pasquale Valentini ha voluto coinvolgere le voci del suo partito. In ballo ci sono gli interessi del Paese, le emergenze da affrontare, gli interventi necessari e più urgenti, le risposte da dare. Si parla praticamente di tutto, anche della verifica chiesta dagli Europopolari, che della lista Dc fanno parte. Non ci sono gli Eps a questa riunione e neppure gli esponenti di Arengo e Libertà. E’ un ufficio politico tutto democristiano che si pronuncerà anche sugli atteggiamenti da tenere e sulla tenuta del quadro politico, elemento fondamentale per sostener gli impegni presi con il Paese. Nessuno si sbottona, si lasca andare a commenti o dichiarazioni, né ufficiali e né ufficiose. Solo domani si potrà sapere come sono andate le cose, con quale posizione uscirà la segreteria allargata della Dc.

Sergio Barducci