Logo San Marino RTV

Il Presidente di Cassa conferma le dimissioni

18 apr 2017
Il Presidente di Cassa conferma le dimissioniIl Presidente di Cassa conferma le dimissioni
Il Presidente di Cassa conferma le dimissioni - E' stata una lunga prima <strong>riunione </strong>per il nuovo <strong>Consiglio di Amministrazione...
E' stata una lunga prima riunione per il nuovo Consiglio di Amministrazione di Cassa di Risparmio che da oggi diventa operativo. Il Presidente Nicola Romito ha confermato la decisione di dimettersi e domani, all'Aula, il Segretario di Stato per le finanze formalizzerà la scelta. Anche l'iter di approvazione del bilancio di Cassa che il cda deve licenziare entro fine mese, dovrebbe seguire l'iter normale per poi essere approvato dall'assemblea dei soci. Intanto si guarda al sostituto di Romito che, con tutta probabilità, verrà scelto tra i tre membri tecnici del Cda indicati dall'Esecutivo, ovvero Luigi Borri, Giuliana Michela Cartanese e Massimo Cotella. Intanto, su Cassa, i toni della politica restano alti. Questa mattina Rete e Movimento Democratico San Marino Insieme hanno depositato un esposto in Tribunale a tutela del patrimonio dello Stato, in particolare dell'Eccellentissima Camera. Reputano una forzatura del Segretario alle Finanze - rispetto ai requisiti che erano stati fissati dal Governo e dall'Ordine del giorno del Consiglio - la convocazione del Consiglio d'Amministrazione di Cassa che, affermano, è stata fatta "da una persona che non ha i requisiti indicati dal governo". Il riferimento è alla nomina di Nicola Romito, coinvolto in un procedimento giudiziario in Italia e pertanto, contestano, non corrispondente ai requisiti di onorabilità richiesti.  Altra forzatura, aggiungono,  nominare un Cda senza la presenza di un membro dell'opposizione, così come previsto in tutti i Consigli di amministrazione che vedono l' Eccellentissima Camera rappresentare gli interessi dello Stato". Intanto la Csu prosegue gli incontri per affrontare le prospettive generali del sistema bancario sammarinese, ad iniziare dalle possibilità di recupero degli Npl, e domani incontrerà Abs insieme a tutte le banche sammarinesi. Subito dopo il confronto con le forze politiche di opposizione. Ampio spazio, fa sapere la Csu, avranno anche i fondi pensione investiti nelle banche sammarinesi per un totale di 460 milioni di euro.

Sonia Tura