Logo San Marino RTV

La prossima settimana previste nuove rivelazioni e dichiarazioni da alcuni dei protagonisti tirati in ballo dalla commissione antimafia.

22 set 2012
La prossima settimana previste nuove rivelazioni e dichiarazioni da alcuni dei protagonisti tirati in ballo dalla commissione antimafia
La prossima settimana previste nuove rivelazioni e dichiarazioni da alcuni dei protagonisti tirati in ballo dalla commissione antimafia - La prossima settimana previste nuove rivelazioni e dichiarazioni da alcuni dei protagonisti tirati i...
Maurizio Proietti, avvocato ecclesiastico romano, ha promesso di tutelarsi in tribunale per confutare quanto riportato dalla commissione Antimafia, che lo ha descritto braccio destro dell’avvocato Livio Bacciocchi e, come tale, implicato nella storia delle presunte tangenti sui cantieri edili per eludere i controlli. Proietti ha riferito di aver incontrato Roberto Zavoli in un bar e che questi gli avrebbe confidato che la commissione Antimafia gli avrebbe promesso protezione se avesse riferito certi nomi. “Dichiarazione da prendere con le molle”, ha subito commentato Mario Venturini, membro della commissione, riferendosi a Proietti. Quanto a Zavoli, a sua volta la prossima settimana invierà una sua comunicazione per chiarire anche questi aspetti. Intanto, contattato, ci dice: “Secondo me la commissione ha lavorato in maniera molto corretta, anzi per quanto mi riguarda avrebbero potuto mettere anche più nomi al posto di tanti omissis. Sono stato ascoltato tre volte, per l’ultima sono stato io a chiederlo”. Circa i rapporti con l’avvocato Proietti, Zavoli non si scompone: “Certo che lo conosco e l’ho incontrato anche più volte, mi raccontava delle sue vicissitudini con Livio Bacciocchi. Lo consideravo un amico. Ma non voglio dire di più – conclude – metterò tutto nero su bianco”.