Logo San Marino RTV

Referendum: le opposizioni depositano le firme e un pdl per modificare la legge elettorale

22 feb 2019
Conferenza stampaReferendum: le opposizioni depositano le firme e un pdl per modificare la legge elettorale
Referendum: le opposizioni depositano le firme e un pdl per modificare la legge elettorale - In Aula arriverà il Pdl dell'opposizione che potrebbe evitare - dicono - le spese di referendum e ba...
Missione compiuta: in poche settimane sono state raccolte 1200 firme.
Le opposizioni si compiacciono e rimarcano la risposta positiva della popolazione nonostante la complessità del tema, “difficile da spiegare” – ammette il rappresentante legale del referendum Luca Beccari. I cittadini hanno però colto l'obiettivo di fondo: un Consiglio che rappresenti le forze politiche per il loro peso in termini di consenso. “Il premio di maggioranza – ribadisce Emanuele Santi – ha privato l'opposizione di 15 consiglieri, il 25% del corpo elettorale.
Legge perfetta non esiste, ma la possibilità di apparentamenti fra il primo e secondo turno – continua – eviterà l'asso pigliatutto”. Una battaglia “non di convenienza ma di giustizia ed equità, ristabilendo il principio – dice Roberto Ciavatta – che un voto vale uno”.

Il Psd, tra i promotori della legge attualmente in vigore, parla “con cognizione di causa”. Le modifiche non toccano capisaldi come la norma antiribaltone e, a chi fa leva sul programma di Governo, Matteo Rossi ricorda che al punto 6 di quello di Adesso.sm troviamo proprio la modifica della legge elettorale. Il referendum verrà celebrato presumibilmente fra fine maggio/inizio giugno, dopo il vaglio delle firme da parte del Collegio Garante. Può però essere evitato. I capigruppo di minoranza hanno infatti depositato un progetto di legge per adeguare la norma. Alessandro Cardelli si appella al senso di responsabilità di Governo e maggioranza aspettandosi apertura al dialogo. Non esclude eventuale procedura d'urgenza perché “se la legge venisse approvata – spiega Ciavatta – eviteremmo le spese del referendum e del ballottaggio”.

Nel video il presidente del comitato referendario Luca Beccari
MF