Logo San Marino RTV

Referendum: dopo l'udienza pubblica, c'è attesa per la decisione del Collegio Garante

8 ott 2018
Collegio GaranteReferendum: dopo l'udienza pubblica, c'è attesa per la decisione del Collegio Garante
Referendum: dopo l'udienza pubblica, c'è attesa per la decisione del Collegio Garante - Oggi l'udienza a Palazzo Pubblico alla quale hanno partecipato le diverse parti coinvolte.
C'è attesa per il responso del Collegio Garante della Costituzionalità delle Norme sull'ammissibilità dei tre quesiti referendari promossi dalle opposizioni. Il quesito che ha scatenato maggior dibattito politico è quello che potrebbe portare, se 'avallato' dagli elettori, a cambiamenti in materia elettorale. Legale rappresentante è Luca Beccari (presidente Pdcs).

La proposta prevede che, in caso di mancato raggiungimento del numero di voti necessari al primo turno, la Reggenza conferisca alla coalizione o alla lista con la maggioranza relativa il mandato di formare, entro 15 giorni, una maggioranza attraverso l'accordo con un'altra lista o coalizione. Se non si arriverà a questo, un nuovo mandato sarà affidato a chi è arrivato secondo. In caso positivo, le forze politiche avranno minimo 35 seggi. Altrimenti si procederà con il consueto ballottaggio e chi vince otterrà 32 seggi. Nei cambiamenti anche l'innalzamento della soglia di sbarramento al 4%.

Per difendere la legge in vigore si è formato un comitato contrario al referendum che ha come legale rappresentante Vladimiro Selva. A difendere le istanze del comitato contrario è l'avvocato Antonella Mularoni. Chi sostiene le norme attuali si sofferma sul fatto che siamo di fronte a una legge qualificata, che i quesiti siano poco chiari e che la proposta limiterà il diritto di voto e riporterà il Paese a vecchie logiche decisionali.

Il secondo quesito al vaglio dei saggi chiede di vietare, per legge, la conversione del credito di imposta concesso al sistema bancario e finanziario in debito pubblico. Legale rappresentante è Emanuele Santi (Mdsi).

Il terzo quesito ha lo scopo di stabilire che la gestione delle reti e delle infrastrutture, comprese quelle per le telecomunicazioni, sia pubblica attraverso l'AASS. Referente è Andrea Belluzzi del Psd. Entro 20 giorni le forze politiche attendono il giudizio di ammissibilità.

Mauro Torresi















Vedi il testo dei quesiti dell'Opposizione