Logo San Marino RTV

La Reggenza in visita allo Yad Vashem, il Museo dell'Olocausto di Gerusalemme

16 lug 2018
La Reggenza in visita allo Yad VashemLa Reggenza in visita allo Yad Vashem, il Museo dell'Olocausto di Gerusalemme
La Reggenza in visita allo Yad Vashem, il Museo dell'Olocausto di Gerusalemme - Nel video la Reggenza ravviva la fiamma perpetua in eterno ricordo delle vittime dell'Olocausto nell...
I Capitani Reggenti Stefano Palmieri e Matteo Ciacci ravvivano la fiamma che arde perenne sulle lastre con sopra scolpiti i nomi della “geografia dell’orrore”, ovvero quei campi di sterminio di intere comunità ebraiche, (sei milioni di persone), per mano del Terzo Reich, e dove sono state sepolte anche le ceneri delle vittime dei forni. Durante la cerimonia, i Capi di Stato indossano la kippah, il rituale copricapo ebraico, depongono una corona di fiori sulla lapide, lasciano traccia sul libro degli ospiti della Loro presenza a futura memoria. La visita allo Yad Vashem di Gerusalemme è momento di altissima carica emotiva.
Lungo le gallerie dell'Istituto, passo dopo passo, rivive il racconto della Shoah: le immagini della persecuzione, i pigiami a righe simboli senza tempo, lo strazio delle scarpe recuperate dai campi e conservate sotto una teca di vetro. I volti, le vite, i nomi. Sono quelli racchiusi nella grande sala che raccoglie le "Pagine di Testimonianza", "le brevi biografie di ogni vittima dell'Olocausto, tra cui un milione e mezzo di bambini, come una sorta di lapidi simboliche e che trovano posto nell'archivio circolare a parete" in costante aggiornamento. Yad Vashem significa infatti “un monumento e un nome”, "segno dell’unicità di ogni persona morta" nella più assurda delle vicende della storia umana, ma che diventa vittoria della memoria sull’idea di sterminio. San Marino nel 2014 consegnò all'Ente nazionale israeliano la documentazione sul salvataggio degli ebrei da parte della piccola Repubblica in tempo di guerra: intatto l'auspicio di un prossimo riconoscimento del Titano quale Terra di Giusti da parte dello Stato ebraico.
Nel video la Reggenza ravviva la fiamma perpetua in eterno ricordo delle vittime dell'Olocausto nella Sala della Rimembranza, e depone una corona di fiori sulla lapide.

sp