Residenze: venerdì il sorteggio per le prime venti richieste. Renzi, deciso di agire con la massima trasparenza

14 gen 2019
Residenze: venerdì il sorteggio per le prime venti richieste. Renzi, deciso di agire con la massima trasparenza - E' giusto dare una opportunità per chi ha un rapporto di lavoro consolidato a San Marino. Dice il Se...
La novità 2019 sul fronte residenze arriva con le prime richieste arrivate all'Ufficio di Stato Civile. Sono 41 in totale, a fronte della concessione di sole 20 residenze, come previsto dal decreto delegato n. 154 di dicembre.

Ecco perché venerdì prossimo, allo Stato Civile, ci sarò il sorteggio sugli stranieri che ne avranno diritto. Alla presenza del dirigente dell'Ufficio, Lorella Stefanelli, e dei Direttori di dipartimento Esteri e Interni, Roberta Valli e Catia Crescentini.

Solo una volta estratti i 20 nominativi, come prevede la legge, partiranno i controlli sui requisiti richiesti: come un rapporto di lavoro a tempo indeterminato in una azienda del Titano da almeno 15 anni. Una richiesta che si può estendere ai famigliari.

"Sarà una residenza effettiva, dice il Segretario Nicola Renzi, comporterà l'acquisto di una casa, o un affitto". Il numero è ridotto, spiega, perché è un primo tentativo, "Ci consente di sperimentare questa nuova formula, prosegue il responsabile agli Esteri, che ha avuto un riscontro di successo, visto che le richieste sono il doppio, e proprio per agire con la massima trasparenza, conclude Renzi, abbiamo scelto la metodologia del sorteggio".

Nel video l'intervista al Segretario agli Affari Esteri, Nicola Renzi