Logo San Marino RTV

RF punta sulla credibilità, “pre-condizione per rivolgerci con il rispetto dovuto al Paese"

21 nov 2019
RF punta sulla credibilità, “pre-condizione per rivolgerci con il rispetto dovuto al Paese"
RF punta sulla credibilità, “pre-condizione per rivolgerci con il rispetto dovuto al Paese"

“Repubblica Futura può presentarsi agli elettori dando il massimo in termini di credibilità”. Un concetto su cui Matteo Fiorini insiste e che si estrinseca su vari livelli: dalla propensione al dialogo e capacità di inclusione dimostrata dal movimento, alla preparazione e integrità degli stessi candidati; fino alla credibilità relativamente allo sviluppo di idee per il rilancio dell'economia. “C'è chi rimpiange gli 'anni d'oro', anni che invece per noi – sottolinea il coordinatore di RF – nascondevano all'interno dei germi che hanno rovinato il Paese e che rappresentano un modello irripetibile. La sfida è quella semmai di trovare una nuova forma di benessere”.

Anche Margherita Amici oppone altri volani di sviluppo al ritorno al passato auspicato da qualcuno e coincidente – ricorda - con i capisaldi del differenziale fiscale, anonimato societario e segreto bancario: “Le attività ora – osserva – cercano una terra dove far crescere la propria impresa in maniera sana ma più snella con l'accesso a forme di lavoro più flessibili, maggiore sburocratizzazione e digitalizzazione dei servizi, certezza del diritto”.

Punta sulle criticità legate al turismo il candidato indipendente, Rossano Ercolani, citando a titolo di esempio le difficoltà legate alle tempistiche lunghe per l'assunzione di personale in situazioni di emergenza, e invita a fare di più. In generale, spiega poi, “dobbiamo riposizionarci su un tipo di turismo diverso, diventare una destinazione, creare infrastrutture e investire in capitali esteri”.

Mattia Ronchi guarda – come da Piano Strategico – all'importanza del rafforzamento dell'immagine identitaria e alla maggiore valorizzazione di storia e istituzioni sammarinesi per renderle un prodotto turistico. Richiama il progetto della musealizzazione delle antiche cisterne avviato nella scorsa legislatura con l'auspicio che possa andare avanti nella prossima. Infine, ribadisce due necessità: rivedere il regolamento consiliare e riportare decoro e rispetto all'interno delle stesse istituzioni.

Guarda l'intervista a Matteo Fiorini, Coordinatore RF.