Logo San Marino RTV

Riforme: incontro tra politica e corpo consiliare e diplomatico

2 set 2011
San Marino - Riforme: incontro tra politica e corpo consiliare e diplomatico
San Marino - Riforme: incontro tra politica e corpo consiliare e diplomatico
Un confronto che intreccia due punti di vista: Segretari di Stato da una parte, Corpo Consolare e diplomatico dall’altra. Sul palco chi ha avviato e firmato la stagione del cambiamento. I segretari agli Esteri Mularoni, alle Finanze Valentini, all’Industria Arzilli hanno riassunto le tappe fondamentali, legislative e politiche, che hanno consentito a San Marino di intraprendere la strada della trasparenza. In platea una rappresentanza consistente di diplomatici, a riprova della consapevolezza che il ruolo acquista in una fase delicata come l’attuale. Sono loro che raccolgono ed interpretano come ed in che modo quel cambiamento sia percepito fuori dal confine. Al centro un paese che aspetta con fiducia il tempo di cogliere i frutti della “stagione delle riforme”: la relazione Fitch, la legge sullo scambio di informazioni, le parole del ministro Frattini che ha fissato entro l’autunno la chiusura degli accordi rimasti in stand by, rendono sereno il contesto in cui si attende il giudizio Ocse, che arriverà a fine mese.
Prima dell’udienza dei Capitani Reggenti, il confronto ha affrontato i nodi cruciali. Rapporto Italia San Marino, posizioni sull’Unione europea, scudo fiscale e bilancio per la prima volta in deficit, seppur contenuto. E poi la percezione che di San Marino si ha all’estero, nel paese d’accredito. Infine la proposta, subito accolta: fare diventare l’incontro con il corpo diplomatico un appuntamento fisso, che nel calendario cadrà come quest’anno nel giorno della vigilia della Festa della Fondazione della Repubblica. Da festeggiare, come ogni anno, tutti insieme.