Logo San Marino RTV

Riunione della Democrazia Cristiana

24 ago 2004
Riunione della Democrazia Cristiana
Un monito è stato lanciato dal segretario politico della Dc Giovanni Lonfernini. Non è questo il momento di separarsi, bensì unirsi per il bene del Paese. Mentre c’è una maggioranza che con fatica lavora nell’interesse di San Marino dall’altra continua il vecchio teatrino della politica senza un progetto per il futuro. Oggi devono prevalere senso di responsabilità e attaccamento al paese. Lonfernini prosegue poi con una riflessione per sgomberare il campo dai fantasmi. Il messaggio è poi diretto a chi, all’interno del partito lavora per disgregare. Forte il richiamo, più volte sottolineato da Lonfernini, sull’unità dei democratici cristiani, e non mancano le tirate d’orecchie a chi, sia dall’interno o dopo essersene andato, invece di difendere il partito ha preferito attaccarlo, con ogni mezzo. “Alcuni uomini - citando Churcill - cambiano partito per amore delle proprie idee altri cambiano le proprie idee per amore del proprio partito”. Non manca l’attacco alle opposizioni, che anziché dare il loro contributo per traghettare il paese fuori dalla crisi in cui si trova, hanno preferito tentare di assestargli il colpo di grazia, con gli strumenti dello scandalismo e della diffamazione, delegittimando chi aveva deciso di lavorare seriamente per il paese. Noi siamo a un bivio, ha concluso Lonfernini, davanti al popolo democristiano. Sta a noi imboccare la parte giusta, quella che conduce a un partito forte e radicato, casa di una politica vera e utile.